Ballerine e amiche indivisibili, tra le vittime della strage anche Miryam e Claudia

Sono tra i dieci morti del torrente Raganello. Le due giovani, 31 e 27 anni, vivevano in Puglia e condividevano la passione per il ballo. Gli amici su Facebook: «Portate il sorriso anche lassù»

di Redazione
martedì 21 agosto 2018
15:18
542 condivisioni
Myriam e Claudia in una foto che le ritrae insieme
Myriam e Claudia in una foto che le ritrae insieme

«Amiche indivisibili». Vengono descritte così su Facebook Claudia Giampietro, 31enne di Conversano (Bari), e Miryam Mezzolla, 27enne di Torricella (Taranto), tra le dieci vittime nella piena del torrente Raganello. Entrambe ballerine, condividevano la passione per il burlesque. Le due ragazze erano in vacanza insieme sul Pollino e anche su Facebook vengono ricordate sempre insieme. Anche nelle foto sono spesso insieme, nelle prove dei balletti e nelle serate tra amici. «Una escursione andata male, non si può morire così», scrive uno di loro, «portate il sorriso anche lassù», «spensierate e belle come il sole» sono solo alcune delle frasi dedicategli sul social network da amici e conoscenti.

Claudia Giampietro, residente a Conversano, era in realtà domiciliata da qualche tempo a Bari. La mamma e il nonno, che hanno appreso la notizia della tragedia da tv e giornali, vivono a Conversano. «Nel pomeriggio andrò a far visita alla famiglia - ha detto il sindaco, Pasquale Loiacono, per portare il cordoglio e la vicinanza mia e della città».
Miryam Mezzolla era nata a Torricella, nel Tarantino. Era ragazza immagine, fotomodella e ballerina di burlesque e viveva tra Torricella e Lecce. È stato suo padre Antonio, operaio di una ditta dell'appalto Ilva, a procedere la notte scorsa al riconoscimento del corpo. Con lui la mamma e la sorella minore di Angelica. La famiglia Mezzolla ha appreso la drammatica notizia dai carabinieri della stazione di Torricella e si è subito recata a Civita di Castrovillari, in provincia di Cosenza, dove è avvenuta la tragedia. Il cadavere della ragazza è stato poi trasferito all'ospedale di Rossano Calabro. Sul posto, per testimoniare il cordoglio della comunità di Torricella, si stanno recando il sindaco Michele Schifone e il consigliere regionale pugliese Giuseppe Turco, ex sindaco di Torricella.
«Con tristezza infinita apprendiamo che tra le vittime della sciagura del Parco del Pollino ci sono anche tre giovani pugliesi: Gianfranco Fumarola di Cisternino, Myriam Mezzolla di Torricella e Claudia Giampietro di Conversano e residente a Bari. Esprimo a nome della Regione Puglia la vicinanza e l'affetto ai familiari di tutte le vittime troppo presto strappate alla vita, ai loro cari, alle loro comunità». È il messaggio di cordoglio del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: