Il dolore dei familiari delle vittime della strage del Raganello

VIDEO | Sono dieci i morti accertati della tragedia che ha investito questo pomeriggio Civita. Andranno avanti tutta la notte le ricerche dei dispersi

di Salvatore Bruno
martedì 21 agosto 2018
00:38
521 condivisioni

Civita è un paese straziato. Le urla di dolore dei familiari delle vittime squarciano il silenzio, a tratti interrotto dal passaggio delle auto dei soccorritori, in cui il borgo del Pollino è precipitato appena si è sparsa la notizia delle persone investite dalla furia delle acque del Raganello. C’erano almeno 29 escursionisti nel momento della piena: di un primo gruppo organizzato composto da 17 persone mancano all’appello ancora in cinque. Alcuni di loro si sono salvati aggrappandosi alle rocce, altri sono finiti nel vortice di questa cascata imprevista. In pochi attimi il torrente ha spazzato via ogni cosa lungo la propria traiettoria, portandosi dietro anche i dieci corpi delle vittime fin qui accertate, ritrovate anche a tre chilometri di distanza dall’impatto. Per questo gruppo è iniziato il triste rituale del riconoscimento. Una seconda comitiva di 12 persone si è invece avventurata nelle gole senza la guida. Si teme che possano inoltre esserci altri visitatori che abbiano deciso di trascorrere il pomeriggio nell’area senza avvalersi del supporto delle strutture organizzate. La Prefettura, che coordina le operazioni di soccorso insieme alla Protezione Civile, ha allestito la camera ardente nella palestra del Paese. Il Municipio invece ospita l’unità di crisi. C’è un numero verde, attivo 24 ore su 24: 800 22 22 11 per segnalare eventuali dispersi. In 13 sono stati tratti in salvo. Si spera di trovare altri superstiti.

 

Intervista al capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi:

Intervista al Prefetto di Cosenza, Paola Galeone:

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: