Inchiesta Affari di famiglia, il ritorno di De Marco a sindaco di Maierà

L’operazione verteva sull’attività di famiglia. Il primo cittadino e il figlio Gino erano stati accusati di bancarotta fraudolenta e auto-riciclaggio  

di Redazione
8 ottobre 2019
13:35
17 condivisioni
Maierà, il sindaco De Marco
Maierà, il sindaco De Marco

A seguito della decisione del gip del tribunale di Paola che ha disposto la revoca della misura cautelare, Giacomo De Marco, per effetto della legge Severino è rientrato nella carica di primo cittadino di Maierà.

Affari di famiglia

L’uomo era rimasto coinvolto nell’inchiesta "Affari in famiglia", portata avanti dalla Guardia di finanza sotto la direzione della procura di Paola. L’operazione aveva portato all'arresto di De Marco e del figlio Gino, entrambi imprenditori edili. Ed è proprio l'attività imprenditoriale era finita al vaglio degli inquirenti. Secondo il quadro accusatorio, i due si erano resi responsabili del reato di bancarotta fraudolenta e auto-riciclaggio, procurandosi un provento illecito che ammonterebbe a circa 1,5 milioni di euro.  A metà aprile, il Riesame di Catanzaro aveva  annullato l'ordinanza relativa al capo di imputazione di autoriciclaggio assegnando ai due indagati gli arresti domiciliari, condotti nello stesso pomeriggio nella loro abitazione a Maierà. Qualche giorno più tardi, infine, il tribunale del Riesame di Cosenza annullò il sequestro preventivo.

Il ritorno di De Marco

Dopo cinque mesi, il sindaco ha dunque ripreso la sua carica e, tra qualche giorno sarà presente al Consiglio Comunale. De Marco, al momento, ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione.

 

LEGGI ANCHE: Maierà, dopo la bufera giudiziaria ora anche l’ombra del dissesto

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio