L’Asp di Catanzaro premiata per il progetto sulla cura integrata degli adolescenti

Nello studio si rimarca la necessità di non stravolgere la vita sociale dei giovani pazienti alle prese con la malattia per favorirne il superamento

di Redazione
venerdì 17 maggio 2019
10:22
Condividi
Asp di Catanzaro
Asp di Catanzaro

L’Asp di Catanzaro ha ricevuto il premio Forum Pa 2019, nell’ambito del “Premio Pa sostenibile – II Edizione. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, per l’idea progettuale Gaia, Gestione assistenziale integrata degli adolescenti, nata dalla necessità di stilare un percorso assistenziale per i ragazzi integrando l’ospedale con il territorio. Lo riferisce una nota stampa nel rimarcare la lungimiranza della direzione dell’Azienda sanitaria, rappresentata da Amalia Maria Carmela De Luca, direttore generale ed Elga Rizzo, direttore amministrativo. L’elaborazione progettuale del dottor Giuseppe Romano, direttore del Servizio Ingegneria Clinica, è stata portata avanti assieme al dottor Giuseppe Raiola, direttore della Pediatria dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”.

Il progetto “Gaia”



Il progetto “Gaia” parte dall’analisi dei dati sanitari ospedalieri e territoriali per costruire con una serie di algoritmi una mappa dei bisogni sanitari dell’adolescente, tenendo presente che negli ultimi anni il sistema sanitario si è evoluto, i tempi di degenza si sono accorciati, i ricoveri in day hospital sono divenuti una prassi assai comune e le degenze di media e lunga durata si verificano prevalentemente in condizioni di malattia piuttosto complessa. In tutti i casi di infermità l’assistenza psicologica si è dimostrata utile per migliorare i tempi e la qualità della guarigione. L’ospedalizzazione rappresenta un momento di disadattamento per la persona ed in particolare per i pazienti adolescenti. Nel progetto dell’Asp di Catanzaro è importante che l’interazione con i servizi sanitari, tradizionalmente rivolti verso la patologia, non stravolga la vita sociale e di crescita dell’adolescente.

I rischi per gli adolescenti


E’ necessario – si legge ancora nel comunicato - che la corretta interazione tra aziende sanitarie con vocazioni territoriali ed aziende ospedaliere debba dedicare una particolare attenzione alle problematiche adolescenziali, in quanto sono evidenti le “fragilità” insite in questa fascia d’età, l’emergere di situazioni di disorientamento e di potenziali rischi di malattia e di devianze, su cui occorre intervenire precocemente al fine di garantire uno stato di maggiore benessere psico-fisico e sociale e porre le basi di una migliore qualità della vita futura.

Il dottor Giuseppe Romano anche l’anno scorso al Forum Pa ha ritirato per l’Asp di Catanzaro una speciale targa per l’idea progettuale Siap (Sistema informativo aziendale per la Prevenzione) ritenuto il migliore progetto nella categoria Sanità e Welfare. E’ bene ricordare che le idee progettuali portate avanti dal dottor Romano fin dal 2006 hanno vinto sempre premi o targhe al Forum pa, Forum salute, Smau ed Epsa (European Public Sector Award), portando il nome dell’Azienda sanitaria provinciale a tali importantissimi consensi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: