Operazione Reventinum: «Gratteri non scherza, se l’arresta butta la chiave»

Nelle intercettazioni tra Giovanni Mezzatesta e Ionela Tutuianu si discuteva anche del Procuratore e del suo rigore

di Tiziana Bagnato
giovedì 10 gennaio 2019
16:28
1119 condivisioni
Nicola Gratteri
Nicola Gratteri

«Zia Ionè, qui c'è Gratteri, questo non è che scherza Gratteri, Gratteri è un magistrato serio» e, ancora, « c'è un magistrato serio, questo questo, con questo non si scherza...questo se l'arresta, dentro buttano la chiave zia Ionè...esce pulito, a questo buttano la chiave...». Si parla anche del Procuratore Gratteri nella intercettazioni raccolte nell’ambito dell’inchiesta Reventinum.

 

A parlare così è Giovanni Mezzatesta che il quindici marzo scorso si confrontava con Ionela Tutuianu, compagna del boss Domenico Mezzatesta, in carcere per l’omicidio di Francesco Iannazzo e Giovanni Vescio.

Parlando della cosca rivale degli Scalise i due si dicono certi che siano stati loro i responsabili di molti fatti accaduti e anche certi che ormai siano alla fine e li «stiano per prendere». Ad avvalorare la tesi, Mezzatesta sottolineava lo spessore di Gratteri.

 

LEGGI ANCHE:

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: