Caos rifiuti a Vibo, arrivano i vigilantes per punire gli incivili: e intanto in Procura…

VIDEO | L’indagine avviata dal procuratore Bruno Giordano prosegue spedita. Sentiti anche i funzionari della Dusty. Nel frattempo il neo assessore Lombardo si assume la responsabilità di far uscire al più presto la città dal degrado

di Alessio Bompasso
giovedì 30 agosto 2018
13:51
4 condivisioni

Poche parole. Tanti fatti. Mai proverbio più azzeccato in un periodo come questo in cui c’è una città, Vibo Valentiache sprofonda nel degrado ed una cittadinanza che non ne può più. Dietro le spalle un’estate da dimenticare fatta di erbacce, percolato, odore nauseabondo, spiagge sporche  e nervi a fior di pelle. Una vera e propria emergenza ambientale che ha fatto scattare anche le sirene della Procura.

 

Un’indagine ad ampio raggio per capire chi ha fatto cosa e soprattutto chi non ha fatto cosa per evitare questa situazione. E tra interrogatori e rimpalli di responsabilità, Lorenzo Lombardo, neo assessore all’Ambiente prova a superare l’empasse. Lo incontriamo sul cantiere, è anche assessore ai lavori pubblici della città, che ripristinerà decoro e sicurezza in uno dei cuori pulsanti di Vibo, Moderata Durant, realizzando alcuni attraversamenti rialzati per arginare il fenomeno dell’alta velocità sul viale che porta al “Parco Urbano”. Ma dai dossi al caos rifiuti, tuttavia, è un attimo. Considerato quanto sta accadendo in città nessuno vorrebbe mai essere nei panni dell’assessore Lombardo, il quale, davanti le nostre telecamere, assume formalmente l’impegno di far uscire Vibo al più presto dall’empasse con i fatti. Appunto.

L’indagine continua. Negli uffici della Procura di Vibo Valentia l’indagine avviata dal procuratore Bruno Giordano prosegue spedita. Dopo gli interrogatori Ad Adriana Teti ed Alfonso Colaci, rispettivamente dirigente e funzionario del settore “Ambiente” del Comune, nelle ultime ore sono stati ascoltati alcuni funzionari della Dusty, la ditta che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in città.

 

Leggi anche: Inchiesta rifiuti a Vibo: i responsabili della ditta Dusty interrogati dai carabinieri

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: