Una Fiorentina made in Calabria? Il miliardario Rocco Commisso ci riprova

Il presidente del colosso Mediacom, nato a Gioiosa ma americano d'adozione, ad un passo dal concludere la trattativa con i Della Valle per rilevare il Club viola. Nel giugno scorso era sfumato l'accordo con il Milan

di Andreina Morrone
sabato 25 maggio 2019
13:01
72 condivisioni

Secondo l’edizione online del New York Times, il miliardario Rocco Commisso, di chiara origine italiana, fondatore e presidente del colosso di servizi via cavo Mediacom e numero uno del New York Cosmos, sarebbe molto vicino a concludere un accordo per l'acquisto della Fiorentina.

Chi è Rocco Commisso

Nato a Marina di Giosa Ionica (Reggio Calabria) nel 1949, Commisso si trasferisce in America con la famiglia all’età di dodici anni quando il papà Giuseppe, falegname, decise di cercare fortuna negli Usa.
Arrivato senza conoscere neppure una parola d'inglese, ha compiuto gli studi negli Usa, fino alla laurea alla Columbia University che gli ha dato una borsa di studio e a cui è rimasto legatissimo. La stessa Università nel 2013 gli ha infatti intitolato il proprio stadio di calcio, in virtù delle molte donazioni.
Direttore per nove anni della Bank of Canada, nel 1995 ha fondato la Mediacom, e ora tenta una nuova scalata al calcio italiano di cui è da tempo attratto. Lo scorso anno, infatti, aveva cercato di rilevare il Milan, ma la sua offerta pubblica di acquisto fallì.

La trattativa

Commisso, ha nominato JPMorgan Chase per condurre la trattativa con la Fiorentina e nelle ultime settimane avrebbe intrattenuto contatti con i rappresentanti della famiglia Della Valle, proprietaria della Fiorentina dal 2002.
Il New York Times riferisce anche la cifra della vendita: si parla di circa 150 milioni di dollari, ovvero 135 milioni di euro.
La cessione del club viola – che domenica si gioca la permanenza in A nella delicatissima sfida con il Genoa - potrebbe essere ufficializzata entro lunedì, secondo fonti che hanno chiesto l'anonimato perché l'accordo non è stato ancora perfezionato in ogni dettaglio. Dalle parti in causa per il momento ancora nessun commento.

Calcio italiano sempre più "estero"

Se la trattativa con i Della Valle dovessero andare a buon fine, Commisso si aggiungerà alla ormai corposa lista di proprietari stranieri di club del calcio italiano, in particolare americani: tra essi in Serie A il Milan è di proprietà dell'Hedge fund della Elliott Management, mentre la Roma è nelle mani di James Pallotta e ci sono gruppi di proprietà legati al Nord America anche a Bologna, oltre che a Venezia, in Serie B.

 

LEGGI ANCHE: MILAN MADE IN CALABRIA | Rocco Commisso e Yonghong Li ai dettagli?

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream