Si apre uno spiraglio per il futuro dello studio radiologico di Siderno

Filtra ottimismo sulla trattativa in corso tra la proprietà e i commissari Asp. Domani previsto presidio a Reggio

di Ilario  Balì
22 ottobre 2019
12:31
8 condivisioni
Lo studio radiologico di Siderno
Lo studio radiologico di Siderno

Si apre uno spiraglio per il futuro dello studio radiologico di Siderno. Secondo quanto trapela la trattativa in corso negli uffici della Prefettura di Reggio Calabria tra la proprietà della struttura sidernese e i commissari dell’Asp si sarebbe incanalata nei binari di una positiva soluzione della difficile vertenza che, salvaguardando i posti di lavoro, non rischierebbe di cancellare un essenziale servizio sanitario nella Locride.

Dalla somma che l’Asp deve corrispondere mensilmente alla struttura (circa 500mila euro) e che serve per pagare lo stipendio ai dipendenti, l’azienda sanitaria avrebbe chiesto una trattenuta del 50% complessivo, mentre i lavoratori sarebbero disposti a decurtarsi il 10%. Le parti, che si sono riaggiornate ad oggi, al momento sono distanti ma non è escluso che si possa trovare un’intesa intorno al 30%.

Intanto proprio ieri sono state consegnate al Prefetto le 21mila firme raccolte nel corso dell’ultima settimana dopo la petizione lanciata dai dipendenti e amplificata dai social e altre attività commerciali del territorio.

«Nel mentre auspichiamo una rapida conclusione della crisi in atto (i lavoratori non percepiscono lo stipendio da quattro mensilità), manteniamo lo stato di agitazione – spiega uno dei dipendenti in servizio allo studio radiologico - nella speranza che oggi possa essere revocata la giornata di sciopero in programma domani in Piazza Italia a Reggio Calabria».

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio