Siderno, l'appello del vescovo per lo studio radiologico

Monsignor Francesco Oliva riceve una delegazione dei lavoratori da mesi senza stipendio. A quota ottomila la raccolta firma avviata per scongiurare la chiusura della struttura

di Ilario  Balì
17 ottobre 2019
11:13
125 condivisioni

Una delegazione di lavoratori del centro radiologico di Siderno è stata ricevuta nei giorni scorsi dal vescovo della diocesi di Locri-Gerace monsignor Francesco Oliva. Il presule ha fatto suoi i sentimenti di preoccupazione espressi nella lettera consegnata a mano dai dipendenti, in seguito alla sospensione dell’erogazione degli stipendi già da quattro mesi.

Da Oliva un appello a quanti sono coinvolti nella soluzione della vicenda ad «operare con buon senso, tenendo conto anche dei risvolti occupazionali, che per questa terra ad alto tasso di disoccupazione non sono secondari. Sogno – ha proseguito il vescovo - una sanità che risolva certi problemi interni, che sia amministrata con saggezza, ove ci sia un chiaro, ben regolamentato e trasparente rapporto tra il servizio pubblico ed il privato, un’amministrazione che non si pieghi alle logiche del malaffare sulla pelle dei cittadini e che dia certezza che il diritto alla salute non sia a rischio».

Intanto prosegue spedita la raccolta firme da sottoporre all’attenzione del Prefetto di Reggio Calabria. Superata la quota delle 8000 adesioni alla petizione lanciata dai lavoratori della struttura sanitaria privata sidernese, che dal 1 novembre rischia la chiusura.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista

Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il s...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio