Dialisi a Reggio impossibile, la testimonianza di un'anziana: «Rischio la vita»

VIDEO| Per la signora Maria, 70 anni, l'unica alternativa è recarsi in un centro di Messina ma la prospettiva la spaventa: «Sono sola, se mi sento male come faccio?»

 

di G. D.A.
lunedì 3 settembre 2018
19:07
7 condivisioni
Reggio, la signora Maria
Reggio, la signora Maria

Costretti a recarsi a Messina più volte a settimana per effettuare i trattamenti di emodialisi. È il calvario di diversi pazienti dializzati, circa una trentina, non accolti dal reparto di nefrologia dell’Ospedale di Reggio Calabria. Il nosocomio, infatti, può garantire il servizio a cento persone. Gli altri malati, invece, devono raggiungere l’altro capo dello Stretto, una clinica privata convenzionata, per assicurarsi le cure e quindi sopravvivere.

 

Quella della signora Maria Catalano, 70 anni, di Reggio Calabria, è solo una delle tante testimonianze raccolte. L’anziana, sotto cura da circa tre anni, dovrebbe iniziare la dialisi: «Mi dicono che non c’è posto e sto rimandando di mese in mese». Consapevole dei rischi per la salute provocati da ripetuti rimandi, solo l’ipotesi di raggiungere Messina per la donna, che vive sola, la fa sprofondare in uno stato di preoccupazione: «Mi sconvolge – confessa - Se mi sento male come faccio?».

Quindi l’appello affinché le istituzioni provvedano ad aprire ulteriori spazi dedicati alla dialisi nel comprensorio reggino. La questione, tra l’altro, è stata affrontata in un nuovo incontro in Prefettura, dal quale è emersa l’urgenza di attuare interventi in tempi strettissimi: «È un diritto nostro. Tutti abbiamo diritto ad essere curati», conclude la 70enne. G.D'A.


Leggi anche:
Un centro dialisi a Reggio possibile grazie a una società pugliese

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. D.A.
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: