Tassone: «No a scelte autoreferenziali, ho votato scheda bianca»

Il consigliere regionale spiega così le sue decisioni: «Scelte che non tengono conto dell'Area centrale della Calabria»

di Redazione
26 marzo 2020
15:31
Condividi

«Ritengo utile e corretto essere chiaro sin dall’inizio. Non saranno accettate da parte mia scelte autoreferenziali e che, oltretutto, continuano a non tenere conto del ruolo dell’Area centrale della nostra Regione». Il consigliere regionale Luigi Tassone ribadisce la propria posizione e spiega le determinazioni assunte oggi in Consiglio regionale che lo hanno portato a consegnare la scheda bianca nelle votazioni per il presidente.

«Mi è stata accordata la fiducia – sostiene - per valorizzare, anche nel ruolo delle istituzioni democratiche, il territorio che rappresento in Consiglio regionale. È per queste ragioni, già esposte e ribadite in più sedi, che successivamente all'elezione del presidente dell'Assemblea ho votato scheda bianca, in dissenso con le decisioni prese dal Gruppo consiliare del Partito Democratico e dal centrosinistra.

Così come – conclude - mi sono astenuto sull’indicazione del Capogruppo, contro una logica che non può essere avallata, non certo contro le persone».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio