Bando periferie, Forciniti replica a Falcomatà: «Nessun furto, solo un rinvio»

Il deputato del Movimento cinque stelle smonta la ricostruzione del sindaco di Reggio: «Le somme in questione vengono poi messe a disposizione di tutti i Comuni per sbloccare gli avanzi di amministrazione»

di Riccardo Tripepi
mercoledì 5 settembre 2018
15:50
14 condivisioni
Il deputato Forciniti
Il deputato Forciniti

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Francesco Forciniti, tirato in ballo dal sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà, precisa i termini di quanto avvenuto in Commissione. E ribadisce che non risponde al vero che le periferie non siano una priorità dell’attuale governo nazionale. «L’emendamento al Milleproroghe votato al Senato di cui tanto si sta discutendo non cancella né revoca il Bando per le Periferie – spiega Forciniti - ma semplicemente fa slittare di un anno il suo finanziamento, posto che la gran parte dei Comuni interessati non aveva iniziato la fase della progettazione esecutiva».

Non soltanto. Secondo Forciniti queste risorse sarebbero comunque messe a disposizione degli Enti. «Nel frattempo, però, tali risorse vengono messe immediatamente a disposizione di tutti i Comuni d'Italia per sbloccare gli avanzi di bilancio bloccati a causa della vigente legislazione sul pareggio di bilancio. Questo permetterà a tantissimi Comuni d'Italia e della Calabria di finanziare immediatamente investimenti per servizi ai propri cittadini e interventi di inclusione e coesione sociale. In sostanza – afferma ancora Forciniti - si liberano subito risorse per tutti i Comuni d'Italia in avanzo, riservandoci di rifinanziare il prossimo anno i progetti specifici per i circa 90 Comuni interessati». «Non c'è stato alcun furto a danno dei Comuni – conclude il deputato - ma semplicemente una scelta politica che libera immediatamente risorse fresche per gli Enti Locali, senza per questo escludere la fondamentale importanza che il recupero e la valorizzazione delle periferie riveste per il nuovo governo. Ricordo, infine, che in prima lettura al Senato tale emendamento è stato votato all'unanimità da tutte le forze politiche.

 

Riccardo Tripepi

 

Leggi anche: Bando periferie, Falcomatà: «Pronti ad azioni eclatanti»

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Riccardo Tripepi
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: