Ex Hotel Jolly, Oliverio indica la strada al Comune

Il presidente della Regione invita Palazzo dei Bruzi a predisporre un atto amministrativo di impegno delle risorse, al fine di consentire il trasferimento di proprietà dell'immobile Aterp

di Salvatore Bruno
venerdì 21 settembre 2018
23:11
Condividi

Non è proprio una mano tesa, quella allungata da Oliverio verso Mario Occhiuto, ma offre comunque una soluzione rapida e più o meno indolore, per rendere inefficace il ricorso al Tar depositato dal commissario Aterp Mascherpa e proseguire le procedure burocratiche per l’abbattimento dell’ex Hotel Jolly.

Basta polveroni, passiamo ai fatti

«Piuttosto che attardarsi in sceneggiate inutili, che hanno il solo scopo di sollevare polveroni per alimentare polemiche strumentali, il sindaco di Cosenza farebbe bene ad adottare un atto amministrativo di impegno delle risorse nella misura stabilita nell’Accordo di Programma sottoscritto a giugno del 2017» scrive il presidente della Regione in una nota, precisando che l’importo è pari a 800.000 euro da versare in cinque annualità. «Basta questo passaggio – sottolinea - per procedere subito a sottoscrivere l’atto pubblico di trasferimento della proprietà. Aggiungo, perché sia chiara la nostra volontà di procedere all’abbattimento dell’ex Jolly – afferma ancora Oliverio - che abbiamo sempre considerato un ecomostro quell’immobile. Al fine di accelerare la realizzazione dell’intervento, proponiamo la sottoscrizione di un preliminare di vendita da considerare sufficiente per consentire le operazioni di abbattimento dello stabile nei termini che il comune vorrà assumere. Il resto - conclude - sono solo chiacchiere: le lascio al sindaco Occhiuto che, evidentemente, allenato ad alimentare polveroni, ha fatto male i conti a pensare di distorcere la nostra posizione chiara sin dall’inizio e che noi invitiamo a rispettare senza ricorrere a strumentalizzazioni e a polemiche, ma con l’esclusivo intento di realizzare gli obiettivi per i quali abbiamo sottoscritto l’Accordo di Programma, assumendoci la responsabilità di destinare risorse importanti alla città di Cosenza».

Il giallo del dirigente

Nel frattempo a Palazzo dei Bruzi, il sindaco sembra determinato a rimuovere il dirigente dell’ufficio tecnico Francesco Converso, titolare di importanti settori. Il sindaco Occhiuto il 4 aprile scorso, rimodulando gli incarichi, aveva affidato al giovane ingegnere i settori di infrastrutture, mobilità, ambiente, edilizia privata e decoro urbano. La revoca sarebbe legata non solo alla gestione dei rapporti con la Regione per quanto concerne la demolizione del palazzo di Lungo Crati, ma anche alla questione dei lavori svolti allo stadio San Vito-Marulla per il rifacimento del manto erboso, con il noto epilogo maturato il primo settembre scorso. Al suo posto però Occhiuto non può nominare un professionista esterno, ma dovrebbe attingere alla graduatoria del concorso per dirigenti, espletato nel 2011, ed approvata da Palazzo dei Bruzi solo nello scorso mese di giugno, a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato. Oppure potrebbe affidare l’ufficio tecnico ad uno dei dirigenti già in servizio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: