Cosenza, elezioni dimezzate per il Consiglio provinciale

Sicuramente fuori dall'assise i rappresentanti dei territori di Corigliano-Rossano e di Cassano all Jonio. Le amministrative di primavera, poi, potrebbero determinare l'esclusione di altri importanti centri abitati

di Salvatore Bruno
venerdì 11 gennaio 2019
12:41
11 condivisioni

Sarà un consiglio provinciale dimezzato quello che verrà fuori dalle urne il prossimo 24 febbraio in seguito al voto ponderato convocato dal presidente dell’ente Franco Iacucci. Dimezzato perché mancheranno i rappresentanti di due tra i più popolosi centri del comprensorio, Corigliano-Rossano e Cassano allo Jonio, ma soprattutto perché immediatamente dopo le elezioni, nella prossima primavera, in ben 69 municipi sui 150 della provincia, si svolgeranno le amministrative. Ed il rinnovo dei consigli comunali lascerà buona parte di questi territori privi di un loro portavoce nell’assise provinciale.

Cosa prevede la legge

Per sedere tra i banchi della sala consiliare del palazzo di Piazza XV Marzo, è necessario ricoprire la carica di sindaco o di consigliere comunale in uno dei municipi del territorio provinciale. Di conseguenza, il consigliere provinciale decade automaticamente nel momento in cui dovesse perdere lo status di sindaco o di consigliere comunale. Al suo posto subentra il primo dei non eletti della lista in cui era stato candidato. Di conseguenza, l’eventuale elezione nel turno delle provinciali del 24 febbraio di uno o più rappresentanti dei municipi chiamati alle urne in primavera, potrebbe essere vanificata dalla loro mancata riconferma nei consigli dei rispettivi comuni.

Paradossi della riforma Delrio

Si tratta di uno dei paradossi della riforma varata dall'ex ministro Graziano Delrio, i cui effetti distorti, in parte già visibili nell’immediatezza della sua applicazione, con il passare degli anni si manifestano in maniera sempre più evidente. Un vulnus della democrazia che rischia di escludere dalla rappresentanza in consiglio provinciale, più della metà dei cittadini.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: