Perfidia ai blocchi di partenza, nuovo format per la trasmissione più attesa

VIDEO | A meno di una settimana dal suo ritorno sugli schermi di LaC Tv, dal set del numero zero Antonella Grippo racconta come sarà la nuova edizione che promette di fare pelo e contropelo ai politici: «Vediamo chi accetta di farsi torturare, bisogna essere coraggiosi e un po' masochisti»

di E. D. G.
21 settembre 2019
15:10
34 condivisioni
Antonella Grippo
Antonella Grippo

Torna Perfidia, torna Antonella Grippo più agguerrita che mai, con un format completamente rinnovato che rompe gli schemi classici del talk politico per veloci incursioni nell’intrattenimento.
Sale l’attesa per la nuova edizione su LaC Tv della storica trasmissione della giornalista calabrese più caustica con il potere e più amata dal pubblico. Un titolo, Perfidia appunto, che da sempre esprime anche un preciso obiettivo informativo: scardinare le ipocrisie della politica, mettere a nudo le sue contraddizioni e riscattare la verità.
Il numero zero della trasmissione, quello che serve a rodare la macchina organizzativa prima di lanciarla a tutta velocità, è stato allestito ieri.
Una sorta di prova generale che ha mobilitato gli studi di LaC, dai tecnici ai giornalisti, dal reparto grafico alla direzione. Tante le novità che arricchiranno la nuova edizione di Perfidia, ma la sua ideatrice preferisce non anticipare le sorprese, che – assicura – saranno tante
«Bisogna essere coraggiosi e un po’ masochisti per accettare il mio invito a partecipare - spiega -. Mi affiancherà un cast eccezionale che mi darà una mano a fare un’approfondita esplorazione di chi vorrà venire qui a farsi torturare. Una cosa è certa: chi pensa di partecipare alla trasmissione per fare il suo pistolotto in politichese è meglio che desista già da ora».

 

Tra le novità anche la capacità crossmediale della trasmissione, che non resterà confinata nel perimetro del piccolo schermo, ma dilagherà sul web attraverso le testate online e le pagine social del gruppo Pubbliemme.
Una scommessa che il Gruppo Pubbliemme e l’editore Domenico Maduli affrontano con un approccio che ormai è diventato un marchio di fabbrica: grande passione e coinvolgimento di tutto il team, affinché ogni progetto diventi patrimonio di ognuno.
L’appuntamento è per venerdì 27 settembre, alle ore 21, e ci sarà da divertirsi. Parola della più perfida.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream