Amministrative a Rende, la Triade si allarga a Italia del Meridione

Il movimento di Orlandino Greco in coalizione con Massimiliano De Rose, Carlo Petrassi e Francesco Adamo

di Salvatore Bruno
lunedì 7 gennaio 2019
13:03
147 condivisioni

Si allarga anche ad Italia del Meridione la costituenda coalizione politica rendese, già fondata sul contributo dell’ex segretario cittadino del Pd Francesco Adamo, del consigliere comunale de La Terza Rende Carlo Petrassi e di Massimiliano De Rose, esponente di Rende Cambia Rende.

La terza opzione per gli elettori del Pd

L’ingresso della compagine politica vicina alle posizioni del consigliere regionale Orlandino Greco, arricchisce il gruppo di una componente ben precisa, che ha un dialogo aperto e privilegiato con il Partito Democratico, bloccato a metà del guado tra la scelta di sposare l’asse Principe-Gentile, oppure di legittimare il sostegno a Marcello Manna di Pasquale Verre, che ha da tempo saltato il fosso dopo essere stato il principale competitor dell’attuale sindaco, proprio in rappresentanza del Partito Democratico. L’ingresso di Idm nella triade Adamo-De Rose-Petrassi offre adesso una terza opzione ai militanti democrat, in attesa che a marzo, con lo svolgimento dei congressi, si metta ordine anche nella gerarchia di comando in ambito locale.

Il testo del comunicato stampa

«Italia del Meridione anche a Rende avverte forte l'esigenza di concorrere alla formulazione di una proposta che, in vista delle prossime amministrative di primavera, possa costituire l'occasione per condividere e rendersi coprotagonista di un percorso politico che possa consentire alla città di rimettersi al passo con i tempi, cogliere le esigenze vere e perfino i desideri di un intero territorio. Per farlo IdM ritiene sia necessario mettersi in relazione con quanti sono animati dagli stessi propositi e capaci di guardare innanzi tutto ai bisogni della gente, interpretando e praticando quotidianamente la politica come servizio, con impegno, professionalità e coerenza. La politica nei territori ha bisogno di compiere scatti in avanti, anche a Rende ha bisogno di spersonalizzarsi, rinunciando a riproporre le divisioni secondo logiche delle appartenenze, dei recinti e degli schieramenti che spesso hanno alimentato lo scontro, trascurando la proposta e la risposta ai bisogni veri della cittadinanza. L'offerta politica secondo IdM, nel rispetto di tutti, non può non tener conto di una realtà alla quale è necessario adeguarsi se si vuole ambire a rappresentarla, per questo ha da tempo avviato un percorso di confronto con altre forze e movimenti cittadini ed ha avuto modo di fissare con alcuni di essi punti importanti di convergenza e che costituiscono la traccia fondamentale della costituenda coalizione. Tra IdM e alcune esperienze politiche rendesi, le affinità si sono rivelate importanti e comune è il modo di intendere il ruolo politico e istituzionale e la relazione immediata e diretta con i territori. È, dunque, già in fase avanzata la costruzione del primo nucleo di una importante coalizione di forze e movimenti a Rende, di cui IdM è promotrice insieme ai gruppi consiliari di Rende cambia Rende (Massimiliano De Rose) e La Terza Rende (Carlo Petrassi) e con il movimento Idee in Circolo rappresentato dall'ex segretario cittadino del Pd Francesco Adamo oltre che con altri protagonisti della vita cittadina. Un primo nucleo che rimane aperto al cooprotagonismo di altri e che ha la consapevolezza che i tempi sono ormai maturi e che occorre formulare alla città la propria proposta, con schiettezza e trasparenza, senza tatticismi, in piena coerenza con la responsabilità e con il coraggio che le scelte, anche a Rende, il modo di fare politica di IdM ci impone».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: