Costruito negli anni 70 e mai aperto, viaggio nell’ospedale fantasma di Gerace

VIDEO | La struttura costata quasi 10 miliardi delle vecchie lire adesso lasciata all'incuria e al degrado. Il sindaco: «Doveva essere un investimento per il futuro»

di Ilario  Balì
20 ottobre 2019
11:53
293 condivisioni
L’ospedale di Gerace mai aperto
L’ospedale di Gerace mai aperto

L’orologio all’ingresso segna le 4:30 da sempre. Il tempo in via largo Piana a Gerace sembra davvero essersi fermato, come l’iter burocratico che ha scandito la storia dell’ospedale di uno dei borghi più belli d’Italia. Qui da 30 anni riposa una struttura costata all’erario quasi dieci miliardi delle vecchie lire. Quattro piani pronti all'utilizzo e mai inaugurati, con tanto di apparecchiature mediche distrutte dal tempo e dall'incuria, brande per i ricoveri sulle quali mai un malato può dire di aver riposato, registri con le buste paga dei dipendenti dell’ex Asl di Locri. Nonostante catenacci e lucchetti ai cancelli, entrare per fare un giro nei vari reparti è facile. L’immobile, a 23 anni dall’avvenuta consegna all’Azienda Sanitaria si presenta così, in stato di completo degrado e abbandono.

La storia dell'ospedale

La sua storia affonda le radici nel lontano 1977 quando, grazie ad un finanziamento della Cassa per il Mezzogiorno furono avviati i lavori per la realizzazione della struttura, destinata a Presidio Ospedaliero di eccellenza con funzioni di luogo di cura di lungodegenza e riabilitazione dalla capienza di 120 posti letto. L’ospedale fu completato nei primi anni 90 per poi essere lasciato nel totale inutilizzo, tra rimpalli di responsabilità, appelli accorati ai politici di turno, burocrazia lumaca e sperpero di denaro pubblico alla calabrese.

«Doveve essere un investimento»

Adesso il Comune geracese guidato dal sindaco Giuseppe Pezzimenti desidera riacquisire quella cattedrale nel deserto, mentre il territorio da un lato subisce un lento impoverimento dell’offerta sanitaria e dall’altro si spopola. «Penso che questa situazione stia a cuore di tutti noi amministratori e di tutti i cittadini di Gerace – sostiene il primo cittadino - Dobbiamo rimanere uniti e lottare per ottenere delle risposte certe. Sono stati spesi milioni di euro in quella struttura che doveva essere un investimento per il futuro dei nostri giovani. A questo punto, visto che non è stato utilizzato, chiediamo che ci venga restituito».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio