Ecodistretto nel Cosentino, dove costruirlo lo deciderà un commissario

VIDEO | L'opzione votata nel corso dell'ultima riunione dell'assemblea dei sindaci. La Regione potrebbe nominare lo stesso presidente dell'Ambito territoriale ottimale, Marcello Manna

di Salvatore Bruno
22 ottobre 2019
11:07
160 condivisioni

Il sito in cui dovrà essere costruito l'Ecodistretto della provincia di Cosenza sarà individuato da un commissario ad acta. L'assemblea dei sindaci dell'Ato ha deliberato, nel corso dell'ultima riunione ospitata il 21 ottobre nella sala Quintieri del Teatro Rendano, di chiedere alla Regione l'attivazione dei poteri sostitutivi previsti dalla Legge 14 del 2014, ovvero la norma che disciplina e regolamenta la gestione del ciclo dei rifiuti e le attività dell'Ambito Territoriale Ottimale. La decisione è stata votata quasi all'unanimità delle amministrazioni rappresentate, con il solo voto contrario dei comuni di Torano Castello e Oriolo.

Nessuno vuole l'investimento da 40 milioni di euro

L'Ecodistretto è un impianto per il trattamento della componente differenziata, destinato a ricevere conferimenti da tutti i comuni del territorio. La gara per la progettazione è stata già espletata ed aggiudiata alla Martino Associati con sede a Grosseto. Già pronto un finanziamento da 40 milioni di euro per realizzarlo. Grazie alle moderne tecnologie, assicurano i progettisti, la piattaforma avrà impatto ambientale prossimo allo zero, ma nessuno la vuole sotto casa. Non fanno gola neppure le ricadute occupazionali, nè i benefici oper le casse comunali derivanti dalle royalties. Emblematiche le vicende di Roggiano Gravina, il cui sindaco Ignazio Iacone è stato sfiduciato dal consiglio comunale, e quella di Morano Calabro dove l'amministrazione guidata da Nicolò De Bartolo è stato costretto ad una repentina marcia indietro per le proteste dei cittadini, dopo aver manifestato la propria disponibilità ad allocare l'infrastruttura nell'attuale area industriale del centro sito nel Parco Nazionale del Pollino. Più di un anno di discussioni non sono state sufficienti a superare l'empasse. L'ingrato compito adesso toccherà ad un commissario. E non è detto che si tratterà di una figura terza. Secondo alcune indiscrezioni infatti, l'incarico potrebbe essere affidato allo stesso presidente dell'Ato Cosenza e sindaco di Rende, Marcello Manna.

LEGGI ANCHE: 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio