Olocausto dimenticato, anche a Cosenza molti bambini non sanno cosa sia

VIDEO | Il dato emerge da una pubblicazione del docente Emmanuele Saccà in cui sono stati raccolti una serie di elaborati scritti dagli scolari avente come tema la Shoah

di Salvatore Bruno
21 febbraio 2020
13:39
17 condivisioni

Le nuove generazioni di bambini poco o nulla conoscono della Shoah. Nel loro immaginario si tratta di vicende recepite come ipotetiche, storicamente collocate in luoghi e in un’epoca non precisamente definita.

I piccoli studenti non conoscono l'Olocausto

Lo scenario emerge dalla pubblicazione del docente Emmanuele Saccà, dal titolo Pensieri, Poesie e Disegni sulla Shoah, edita da Santelli, nella quale l’autore ha raccolto gli elaborati dei piccoli studenti dell’istituto comprensivo Via Roma-Spirito Santo di Cosenza e di quello del comune di Tarsia, dove è ubicato il campo di concentramento di Ferramonti.

«I bambini non hanno le idee ben chiare sull’Olocausto e sulle atrocità compiute durante il secondo conflitto mondiale – afferma Saccà – L’ottanta per cento degli alunni nei propri componimenti non ne ha consapevolezza. Nei confronti dell’argomento si registra purtroppo una certa apatia». Lo abbiamo intervistato

 

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio