Limbadi, storie di donne e ‘ndrangheta nel nuovo libro di don Cozzi

VIDEO | Lupare rosa, ultima fatica del sacerdote di Libera, si rivela un’occasione per ribadire che la memoria non è retorica

di Agostino Pantano
27 novembre 2019
13:32
31 condivisioni

“Lupare Rosa”, il nuovo libro di don Marcello Cozzi, è stato presentato nell’ambito della due giorni per l’avvio dei corsi nella “Università della ricerca, della memoria e dell’impegno” di Limbadi. Il sacerdote attivo nell’associazione Libera ha dedicato la sua ultima fatica alle storie di donne di mafia e di donne che si sono dissociate dalla mafia. Tra queste, Cozzi ha detto di essere stato colpito di più dalla vicenda di Annunziata Pesce. «Si era innamorata di un carabiniere – ha spiegato – e aveva inseguito questo amore anche per spezzare le catene del sangue e della criminalità: secondo quanto riferito dalla cugina in Tribunale, venne uccisa dai suoi stessi familiari e seppellita in una tomba anonima nel cimitero di Rosarno in modo che, almeno, da morta, abbia un fiore da loro». Storie terribili, quelle raccontate durante il dibattito moderato dal giornalista Michele Albanese e introdotto – alla presenza dei vertici provinciali delle forze dell’ordine e del prefetto Francesco Zito - da don Ennio Stamile, presidente dell’associazione San Benedetto Abate che gestisce l’Università intitolata a Rossella Casini.

Agostino Pantano
Giornalista

Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto l...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio