Migrante ucciso, regista gli dedica un’installazione vivente

Giancarlo Cauteruccio intende così ricordare Soumaila Sacko, il ragazzo di 29 anni proveniente dal Mali ucciso a San Calogero

 

lunedì 4 giugno 2018
18:57
54 condivisioni

Il regista Giancarlo Cauteruccio nelle repliche del 5 e dell'8 giugno 2018 intende dedicare l'installazione vivente a Soumaila Sacko, il ragazzo di 29 anni proveniente dal Mali assassinato a San Calogero in Calabria. L'opera contemporanea 'Infinita tenebra di luce' commissionata dal Maggio Musicale Fiorentino al compositore Adriano Guarnieri per il LXXXI Festival è andata in scena al teatro Goldoni di Firenze in prima mondiale assoluta lo scorso 3 giugno con grande successo di pubblico.(ANSA)

LEGGI ANCHE: Migrante ucciso a San Calogero. Alta tensione alla tendopoli di San Ferdinando

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: