La dottrina sociale di Carlo De Cardona e Luigi Nicoletti

Le figure dei due sacerdoti al centro delle iniziative organizzate nell'ambito della Settimana della Cultura Calabrese

di Salvatore Bruno
martedì 25 settembre 2018
10:25
Condividi

Don Carlo De Cardona e Don Luigi Nicoletti, due sacerdoti tra le più significative figure del cattolicesimo democratico. A loro l’Universitas Vivariensis, retta da Demetrio Guzzardi, in collaborazione con il Centro studi Cattolici, socialità, politica, ha dedicato la nona edizione della Settimana della Cultura Calabrese, in occasione dei sessant’anni dalla loro morte.

Ruolo guida per il riscatto sociale

Autentici interpreti della dottrina sociale, Nicoletti e De Cardona hanno rappresentato il cardine di quel processo di riscatto dei contadini, esercitando un ruolo di guida non solo spirituale, ma anche politico nel percorso di emancipazione sociale delle classi più umili. L’edizione 2018 si è articolata in tre diverse fasi. Quella inaugurale si è svolta a Morano Calabro, paese natale di don Carlo De Cardona, la kermesse si è poi spostata a San Giovanni in Fiore, luogo natio di don Luigi Nicoletti e a San Pietro in Guarano, per concludersi tra Rende e Cosenza.

Per De Cardona avviato il percorso di beatificazione

Una mostra sull’opera sociale di don Carlo De Cardona, promotore delle Casse Rurali in Calabria, capace di esportare all’estero prodotti agricoli tipici come il fico cosentino, approdato sui mercati francesi, e di costruire nel 1907 una delle più antiche centrali elettriche del meridione, è ancora visitabile nella sala a lui intitolata nella sede del Credito Cooperativo Mediocrati. Definito da Papa Giovanni Paolo II un gigante di santità, per De Cardona è aperta la causa di beatificazione. Monsignor Francesco Nolè, Arcivescovo di Cosenza-Bisignano ha espresso l’auspicio che possa concludersi al più presto.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: