Esposte al pubblico le opere di Pino Faraca, l'artista in bicicletta

VIDEO | Tre anni dopo la sua prematura scomparsa, la famiglia ha allestito a Cosenza una mostra con i dipinti del compianto ciclista. «Lascio la mia vita in questo mondo, nelle mie tele, a parlare di me» - disse prima di morire

di Salvatore Bruno
8 ottobre 2019
11:59
62 condivisioni

Tra le opere artistiche di Pino Faraca, esposte a Cosenza al Museo delle Arti e dei Mestieri, c’è anche la bicicletta con la quale ha disputato il suo ultimo Giro d’Italia, quello del 1986. Tre anni dopo la sua prematura scomparsa, la famiglia ha deciso di allestire una mostra, a cura del gallerista Lino Russo, con i dipinti del compianto ciclista, primo e unico calabrese a indossare la maglia bianca, destinata al miglior neoprofessionista della corsa in rosa, e che oltre a quella per lo sport coltivava la passione per la pittura. Molti quadri sono visibili al pubblico per la prima volta. La rassegna resterà aperta fino al prossimo 12 ottobre, visitabile con ingresso gratuito dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20. «Ho avuto bisogno di tempo per trovare la forza ed il coraggio di rendere pubblico uno spaccato dell'intimità di Pino - dice Maria Lato, moglie dell'indimenticato Faraca - Ma ho soddisfatto un suo desiderio. Prima di morire mi disse: Lascio la mia vita in questo mondo, nelle mie tele, a parlare di me». L'abbiamo intervistata a margine della cerimonia di inaugurazione della rassegna:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio