L'Unical festeggia i suoi 50 anni, il ponte sul Campagnano intitolato ad Andreatta

VIDEO-INTERVISTA | Iniziate le celebrazioni in ricordo della Legge istitutiva dell'Ateneo di Arcavacata, con l'ex Presidente del Consiglio Enrico Letta 

di Salvatore Bruno
lunedì 8 ottobre 2018
11:21
7 condivisioni

La cerimonia di intitolazione a Beniamino Andreatta del ponte sul Campagnano tra Cosenza e Rende ha ufficialmente aperto le celebrazioni per il cinquantenario della Legge istitutiva dell’Università della Calabria. Numerose le personalità presenti, tra le quali l’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta, allievo dell’ex ministro che fu il primo Rettore dell’ateneo di Arcavacata. La targa è stata scoperta dalla vedova di Andreatta, Giana Petronio, insieme ad una delle figlie, Eleonora, al vicesindaco di Cosenza Jole Santelli e al sindaco di Rende Marcello Manna. Presenti inoltre alla cerimonia, coordinata da Franco Bartucci, il rettore Gino Crisci, l’assessore regionale alla Cultura Maria Francesca Corigliano, il presidente della Provincia Franco Iacucci. La Legge istitutiva dell’Università della Calabria è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 22 aprile del 1968. Determinante l’inserimento nella norma e nello Statuto, del requisito della residenzialità che hanno consentito di realizzare un polo accademico del tutto simile ai grandi campus anglosassoni.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: