Lo scioglimento dell'Asp di Reggio il 27 marzo in Commissione anti-'ndrangheta

Previste diverse audizioni tra le quali quella del commissario della Sanità Cotticelli, dei sindaci Falcomatà e Calabrese e dell'ex dg Brancati

di Redazione
lunedì 18 marzo 2019
13:27
13 condivisioni
L’Asp di Reggio Calabria
L’Asp di Reggio Calabria

E' stata fissata a mercoledì 27 marzo la seduta della Commissione regionale anti-'ndrangheta dedicata alla vicenda dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, sciolta dal Consiglio dei ministri per infiltrazioni mafiose. Al centro dei lavori dell'organismo consiliare, presieduto dal consigliere Arturo Bova, ci saranno una serie di audizioni, a partire da quelle del commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario della Regione Calabria, Saverio Cotticelli, e del direttore generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Antonio Belcastro. Nella seduta della Commissione regionale anti-'ndrangheta del 27 marzo, inoltre, sono previste le audizioni di Giacomino Brancati, già direttore generale dell'Asp di Reggio Calabria, del sindaco della Città Metropolitana di reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e del sindaco di Locri, Giovanni Calabrese. Lo scioglimento dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria per infiltrazioni della 'ndrangheta è stato disposto lo scorso 13 marzo dal Consigli dei ministri su proposta del prefetto reggino, Michele Di Bari, in base all'esito dell'accesso antimafia eseguito nei mesi scorsi: la gestione provvisoria dell'ente è stato affidato a una commissione straordinaria composta da un prefetto Giovanni Meloni e da due dirigenti del ministero dell'Interno.

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: