Il forte vento danneggia una finestra che ferisce un uomo a Scandale

Disagi e danni nel Crotonese. Scoperchiati tetti e strade bloccate per la caduta di diversi alberi. In moto la macchina dei soccorsi attivata dalla Prefettura

di Redazione
12 novembre 2019
11:53
184 condivisioni
(foto di repertorio)
(foto di repertorio)

Il maltempo che imperversa sul litorale ionico calabrese (leggi QUI i dettagli) dalla notte scorsa sta causando, soprattutto a causa del forte vento, ingenti danni anche nel crotonese. A essere colpita è soprattutto la zona interna del marchesato dove, tra Cutro e Scandale, le raffiche di vento hanno provocato anche un ferito. Si tratta di un uomo di Scandale che, nel tentativo di chiudere una finestra che era stata spalancata dalle raffiche, è rimasto ferito al volto ed ha dovuto fare ricorso al pronto soccorso dell’ospedale di Crotone dove gli sono stati praticati 10 punti di sutura.

Un negozio di pneumatici è stato letteralmente devastato e le gomme sono state disperse per strada. Un pezzo di tetto in lamiera è finito in una piazzetta per fortuna senza provocare feriti o danni alle auto parcheggiate. Non migliore la situazione a Cutro, che già tra ottobre e novembre dello scorso anno fu colpita da due trombe d'aria: il vento ha scoperchiato tetti e divelto diversi alberi. Danneggiati autoveicoli in sosta e abitazioni alle quali il vento ha mandato in frantumi i vetri delle finestre. Disagi anche su diverse strade provinciali che sono rimaste bloccate dagli alberi caduti: al momento si registrano diversi interventi della Provincia sulla strada provinciale tra Pallagorio e Carfizzi e sulla strada provinciale tra Pallagorio e Casabona.

 

Mezzi in azione anche sulla strada provinciale tra San Mauro Marchesato e Scandale. Sulla provinciale tra Roccabernarda e Santa Severina carabinieri e polizia municipale sono intervenuti per soccorrere alcuni automobilisti rimasti bloccati dal fango finito sulla strada. Nel Cirotano disagi legati alla mancanza di energia elettrica dalle prime ore del mattino. A Mesoraca sono caduti oltre 150 millimetri di pioggia. Nella stazione pluviometrica di Mesoraca-Fratta, ricadente nel bacino idrografico del fiume Tacina, la precipitazione cumulata in 12 ore ha superato il valore di 170 millimetri; valori intorno a 140 millimetri sono stati registrati a Cropani ed a Petronà.

La Prefettura di Crotone, che ha attivato il centro di coordinamento soccorsi già dalla giornata di lunedì, sta intervenendo in diverse situazioni attraverso il dispositivo della protezione civile che coinvolge tutte le forze dell’ordine e i gruppi di intervento specializzati. A mezzogiorno è previsto un briefing per fare il punto della situazione. A preoccupare più della pioggia sono le forti raffiche di vento che si stanno registrando in queste ore.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio