Calabria flagellata dal maltempo, inizia la conta dei danni

VIDEO | In ginocchio quattro delle cinque province calabresi. Le più colpite sono le aree del lametino e del crotonese. Danni nella piana di Gioia Tauro. Continuano le ricerche del bambino di due anni disperso a San Pietro Lametino

di L. C.
5 ottobre 2018
14:10
38 condivisioni

È la fotografia di una Calabria in ginocchio quella restituita dalla direzione regionale dei Vigili del fuoco che da ieri pomeriggio opera sull’intero territorio per prestare soccorso alla popolazione colpita da una devastante ondata di maltempo. La situazione più critica resta quella registrata nel lametino in provincia di Catanzaro, dove la furia del torrente Cantagalli ha inghiottito una madre e il figlio di sette, i cui corpi sono stati rinvenuti in mattinata. Proseguono invece le ricerche per poter ritrovare il corpo dell’altro figlio, di due anni, che risulta ancora disperso. Ulteriori criticità si sono registrate nel comune di San Vito sullo Ionio, dove sono in corso le operazioni di messa in sicurezza del torrente Scorzone. Qui si è reso necessario evacuare un nucleo familiare di quattro persone poiché l’abitazione è stata invasa da fango e detriti.

Nel crotonese i comuni più colpiti sono invece Cirò Marina, Torretta di Crucoli, Strongoli, Crotone, Melissa, Petilia, Cotronei, Isola Capo Rizzato. Ad Isola Capo Rizzato all’altezza di località Le Castella si sta ancora lavorando per il ripristino della viabilità sulla statale 106, attualmente chiusa al transito. A Cotronei sono ancora in corso le operazioni per il controllo della diga per l’abbassamento del livello dell’invaso.

Critica anche la situazione a Vibo Valentia, colpiti i comuni di Monterosso, Polia, San Nicola da Crissa, Filadenfia, Vallelonga Simbario, Serra San Bruno e Pizzoni. Qui si sono verificate frane e smottamenti e le attività sono principalmente volte al soccorso ai cittadini, al prosciugamento e alla rimozione di ostacoli sulle sedi stradali. È stato inoltre richiesto l’intervento dell’elicottero per il trasferimento di una persona in dialisi da Polia a Catanzaro. L’intervento si è reso necessario a causa della presenza di una frana sulla strada provinciale che ha interrotto la viabilità.

 

Si concentrano nell’area della piana di Gioia Tauro e di Siderno, invece, le maggiori criticità del reggino. I comuni di Siderno, Palmi, Gioia Tauro e Reggio Calabria quelli più colpiti. A Sidereo a causa di forti raffiche di vento si è intervenuti su una abitazione dal tetto divelto. A Reggio Calabria a causa del forte vento sono stati richiesti interventi per alberi divelti e cornicioni pericolanti.

 

l.c.

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista

Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio