Liberi di scegliere, mafia e riscatto nel film ambientato a Reggio e Messina

La pellicola racconta la storia del giudice del Tribunale dei minori Lo Bianco e del sogno di strappare da un destino di criminalità i figli delle famiglie di ‘ndrangheta

di G. D.A.
giovedì 17 gennaio 2019
08:20
183 condivisioni
Liberi di scegliere
Liberi di scegliere

“Liberi di scegliere”, la storia del giudice del Tribunale dei minori di Reggio Calabria Mario Lo Bianco diventa film e si prepara ad approdare in tv. La pellicola, ambientata tra Calabria e Sicilia, andrà in onda il prossimo 22 gennaio  in prima serata (su Rai 1). Una trama coinvolgente che prende spunto dalla vicenda del magistrato e del suo sogno: strappare dal destino di delinquenza i figli dei mafiosi.

 

Nel corso della sua carriera, processo dopo processo, Lo Bianco - interpretato dal noto attore Alessandro Preziosi - intuisce che per molti ragazzi la ‘ndrangheta non era una scelta ma una pesante eredità. La svolta è rappresentata dall’incontro con Domenico, ultimo componente di una cosca di cui anni prima ha arrestato il fratello. Decide che è arrivato il momento di dire basta. Insieme ai suoi assistenti, conoscendo e scontrandosi con le dinamiche delle famiglie di ‘ndrangheta più feroci del territorio, inzia ad illustrare una seconda via percorribile per i giovani. Non sarebbero stati più assoldati dai contesti malavitosi per servizi di varia natura, tra cui lo spaccio di droga. Un itinerario in salita per raggiungere un futuro diverso anche grazie all’aiuto dello Stato e della comunità civile. “Liberi di scegliere” – per la regia di Giacomo Campiotti – è una coproduzione Rai fiction-Bibi film tv ed è prodotto da Angelo Barbagallo. G.d’a.

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. D.A.
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: