Danza, l'appello di Carla Fracci alla politica: «Salvate il balletto italiano»

VIDEO | L’étoile internazionale, simbolo della Scala di Milano, al Teatro Auditorium dell’Università della Calabria, ospite del Galà di Danza organizzato da Isabella Sisca, denuncia: «Abbiamo talenti straordinari, costretti a lavorare all’estero»

di Salvatore Bruno
sabato 8 giugno 2019
09:43
87 condivisioni
Carla Fracci a Cosenza
Carla Fracci a Cosenza

Un appello accorato alle istituzioni, affinché si impegnino per sostenere il balletto in Italia. A lanciarlo è Carla Fracci. L’étoile internazionale, accompagnata dal marito, il regista Beppe Menegatti, è stata l’ospite d’onore del Galà di Danza organizzato da Isabella Sisca nel Teatro Auditorium dell’Università della Calabria, al quale hanno partecipato anche altri personaggi di grosso calibro come Samuel Peron, reduce da ballando con le stelle, ed i coreografi Luciano Cannito e Joe Lampugnani. «Abbiamo talenti straordinari – ha sottolineato Carla Fracci – costretti ad andare all’estero per poter lavorare, soprattutto in Russia, mentre nel nostro Paese le Fondazioni continuano a penalizzare il balletto. E’ una questione culturale – ha aggiunto – Ho passato la mia vita a promuovere la danza nei teatri e nelle piazze, ma siamo di nuovo precipitati in una fase di estrema difficoltà». Ecco l’intervista 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: