Brunori Sas vince il premio Amnesty International con “L'uomo nero”

All’artista calabrese il riconoscimento nato nel 2003 per sensibilizzare sul tema dei diritti umani: «Era facile cadere nella retorica». Premiazione il 22 luglio a Rosolina Mare

di G. D.A.
martedì 27 marzo 2018
17:01
Condividi
Brunori Sas
Brunori Sas

“L’uomo nero”, la canzone dell’artista originario del Cosentino Brunori Sas, ha vinto il premio Amnesty International. Il riconoscimento è nato nel 2003 su impulso dell’Organizzazione internazionale e dell’associazione culturale “Voci per la Libertà” allo scopo di sensibilizzare sul tema dei diritti umani partendo dalla premiazione del miglior brano sul tema. Al centro, razzismo e xenofobia, sentimenti d’odio che si credevano superati dopo l’orrore delle guerre mondiali ed i drammi umanitari che si consumano ancora oggi sotto gli occhi di tutti. Difficile, a giudizio del cantautore, non cadere nel banale, nel già detto, nella semplicità di una denuncia amara e dolorosa (foto Wikitesti). Il testo è un vero e proprio viaggio: «E tu, tu che pensavi che fosse tutta acqua passata, che questa tragica misera storia non sarebbe più ripetuta, tu che credevi nel progresso e nei sorrisi di Mandela, tu che pensavi che dopo l’inverno sarebbe arrivata la primavera: e invece no».

 

L’origine della sua fatica la descrive così: «Ho avuto difficoltà a scriverla perché, visto il tema, era facile cadere nella retorica anacronistica del cantautore militante, in un’invettiva scontata contro le piccole e grandi derive xenofobe degli ultimi anni. C'è una buona dose di amarezza –aggiunge - ma anche la denuncia, anche autocritica, di quell'approccio ignavo che tende a non occuparsi concretamente certi fenomeni, a ridicolizzarli o a non dargli eccessivo peso». Un vero e proprio terreno scivoloso: «Spero di essere rimasto in piedi- continua - e questo riconoscimento, in qualche modo, me ne dà conferma». In occasione della serata finale, prevista per il 22 luglio, si svolgerà la premiazione. Il festival sarà ospitato a Rosolina Mare (Rovigo).

g.d'a.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

G. D.A.
Giornalista
♠Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facoltà Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro cuore in Milano. Giornalista pubblicista, dall’aprile 2013 ad oggi collabora come corrispondente con la testata giornalistica "Il Quotidiano del Sud". Parte integrante della manifestazione culturale "Festival Leggere&Scrivere" del Sistema bibliotecario vibonese; ha curato nel 2015 e 2016 l'ufficio stampa. Sempre nel 2015, addetto stampa nella manifestazione “Dieta Mediterranea, percorsi di consapevolezza del riconoscimento Unesco”, eventi in collaborazione con il Museo archeologico nazionale "Capialbi" di Vibo Valentia. Nelle prime due edizioni del "Festival per l'economia", aprile 2015 e 2016 a Vibo Valentia, ha ricoperto la carica di ufficio stampa. Nella sezione fotografia, nel giugno 2015 e nel giugno 2016, è stata scelta tra i finalisti del Premio internazionale "Art Contest". Si è occupata della comunicazione di alcune associazioni di volontariato del Vibonese. Tra queste l'associazione di psicologi e psichiatri "MiPiAci". 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: