Dializzati di Reggio: soluzioni in vista contro il continuo esodo in Sicilia (VIDEO)

Potrebbe essere in procinto di essere risolto il problema dei pazienti costretti ad attraversare lo Stretto per curarsi. Il tavolo in Prefettura comincia a dare risultati

di Redazione
sabato 9 dicembre 2017
18:13
Condividi

Un altro incontro. Un altro tavolo istituzionale. Un'altra convocazione. Il prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, ha chiamato nuovamente a raccolta i rappresentanti istituzionali dell'Asp, della Regione, della Città metropolitana di Reggio Calabria e dell'Aned, associazione nazionale emodializzati. All'ordine del giorno il calvario dei dializzati della città dello Stretto, trentaquattro dei quali sono costretti tre volte a settimana ad alzarsi alle quattro del mattino per attraversare lo Stretto e curarsi a Messina. 

 

L'impegno dell'Asp

Nella sede della Prefettura, l'Asp si è impegnata a presentare un piano alla Regione nel quale saranno indicati i 14 posti-rene garantiti dalla sanità pubblica e quelli proposti in egual numero dai privati. Nel pubblico i posti rene verrebbero allestiti negli ex-ricoveri Riuniti, a Scilla e a Melito Porto Salvo.

Per quanto riguarda il settore privato, come ricordato dal sindaco della città metropolitana Giuseppe Falcomatà, la società SS Medici Srl, già operante da anni in Puglia proprio in questo settore, ha presentato un progetto da tempo.  

 

 

Tutti i dializzati reggini curati vicino casa

«Siamo pronti - dichiara Massimiliano Merenda, portavoce della società - ad offire un centro dialitico extra-ospedaliero da 18 posti letto, disponibile in appena tre mesi, per risolvere l’annosa problematica dei disagi dei pazienti emodialitici costretti quotidianamente a spostarsi lontano dalla città per raggiungere i centri specializzati in altre aree della Calabria o addirittura Messina. Abbiamo trasmesso istanza già dal mese di febbraio al Dipartimento tutela della salute della Regione per ottenere la preliminare verifica di compatibilità sanitaria». 

Le soluzioni insomma non mancano. Non resta che attendere la prossima riunione in Prefettura, prevista per il 20 dicembre, quando, se tutto andrà come previsto, si porrà finalmente fine all'esodo dei dializzati.

 

Rosaria Giovannone

Riccardo Tripepi

 

LEGGI ANCHE:

Calvario dializzati di Reggio: lunedì sopralluogo agli ex ricoveri Riuniti


Il prefetto di Reggio abbraccia la causa dei dializzati costretti a varcare lo Stretto (VIDEO)

Nicolò rinnova il suo appello: «Porre fine al calvario dei dializzati di Reggio»


Migrazione sanitaria dializzati a Reggio, l’Aned scrive al prefetto

I soldi spesi per mandare in Sicilia i dializzati basterebbero a curarli in Calabria (VIDEO)

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream