Ospedale di Locri senza ascensori. Siclari (FI): «Una vergogna inaudita» -VIDEO

Il parlamentare azzurro annuncia azioni importanti perché i medici e gli infermieri possano tornare a lavorare al massimo delle loro potenzialità e senza le gravgi difficoltà che comporta il grave guasto 

di Ilario  Balì
lunedì 6 agosto 2018
16:47
5 condivisioni

«Quello che sta succedendo all’ospedale di Locri è una vergogna inaudita. Nonostante la mia denuncia, ancora oggi, dopo un primo intervento, tutti e 5 gli ascensori sono ancóra rotti». Il senatore Marco Siclari capogruppo di Forza Italia in commissione igiene e sanità non si ferma di fronte al l’indifferenza di chi dovrebbe garantire il sacrosanto diritto alla salute e annuncia azioni importanti.

«Se non sarà effettuato un intervento urgente e immediato per ripristinare il funzionamento dei 5 ascensori organizzerò una visita con sindacati e sindaci dei comuni della locride in settimana e se non verrà risolto il problema immediatamente sarò costretto a depositare denuncia formale questa settimana. La soluzione avanzata di spostare i pazienti urgenti al pronto soccorso non può assolutamente andare bene perché si rischia di intasare il pronto soccorso. Non è più accettabile chiedere questo tipo di sforzo ai professionisti medici che devono, invece, essere messi in condizioni di lavorare e lettere a frutto le loro eccezionali completezze. Non possiamo chiedere a chi deve operare di trasportare pazienti di peso per le scale, è assurdo. I medici di Locri devono poter lavorare come i loro colleghi nel resto d’Italia» ha concluso il senatore azzurro.

 

Leggi anche:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: