Ascensori fuori uso all'ospedale di Locri, pazienti trasportati di peso

Non funzionanti i cinque impianti del nosocomio. I pazienti vengono trattenuti al Pronto soccorso. Il parlamentare di Forza Italia: «Situazione sconcertante»

di Ilario  Balì
venerdì 3 agosto 2018
11:55
7 condivisioni

«Da tre giorni gli ascensori dell’ospedale di Locri sono fuori uso e il personale medico, con l’aiuto dei familiari, è costretto a trasportare gli ammalati di peso in una sedia, anche pre e post operatorio considerando che le sale operatorie sono ai piani superiori e che la barella non passa dalle scale».


È sconcertante la situazione che il senatore Marco Siclari, capogruppo di Forza Italia in commissione igiene e sanità al Senato, ha denunciato nella speranza che un intervento tempestivo possa ripristinare una normalità che da tempo latita negli ospedali calabresi. «Pazienti ricoverati portati da un piano all’altro su una sedia? Non è più accettabile queste ingiustizia sociale, non possiamo accettare che i medici e gli infermieri debbano lavorare in queste condizioni. Il dg dell’Asp reggina, Giacomino Brancati intervenga immediatamente per porre fine allo stato di emergenza continua in cui versa l’ospedale di Locri dove si lavora sotto organico e in condizioni assurde. Colgo l’occasione per invitare il dg Brancati a fare chiarezza in merito al concorso destinato alla copertura di circa 100 posti di lavoro a tempo indeterminato».


Il senatore ha, infine, puntato il dito contro le scelte che hanno condotto a questa situazione disastrosa.
«Il taglio dei fondi dettati dal commissariamento sta mettendo in discussione anche l’ABC dell’assistenza sanitaria di un paese che si definisce civile. Sarò ogni giorno la spina al fianco di questo Governo fino a quando non sarà messa la parola fine al commissariamento in Calabria e, la scelta contraria del ministro Grillo che, invece, intende solo cambiare nome, è un grave atto di discriminazione verso la Calabria. La Lega ne prenda atto e tutti i leghisti calabresi sappiano che il Governo Giallo-Verde sta abbandonando i calabresi anche nella malattia», ha concluso il senatore azzurro.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: