Altro dramma da parto a Cetraro: mamma in terapia intensiva e figlio in rianimazione

Lo stesso giorno in cui è morta Santina Adamo un’altra donna ha rischiato la vita per una gestosi scambiata per colica renale. Madre e piccolo sono ora ricoverati a Cosenza

di Francesca  Lagatta
venerdì 19 luglio 2019
18:36
3957 condivisioni
L’ospedale di Cetraro
L’ospedale di Cetraro

Lo scorso 17 luglio deve essere piombata una vera e propria maledizione sull'ospedale di Cetraro, perché qualche ora più tardi della tragica morte di Santina Adamo, un'altra neo mamma ha vissuto momenti drammatici. La donna, M.F., incinta di 7 mesi e mezzo, ricoverata dal giorno precedente, sarebbe stata curata nel nosocomio cetrarese per delle coliche renali. Ma poco dopo le condizioni della donna sono peggiorate e i sanitari, capendo la gravità della situazione, hanno richiesto il trasferimento d'urgenza con il 118 all'ospedale di Cosenza, avvenuto, come è scritto sul referto, alle 13.05.


La diagnosi che scrivono i medici cetraresi è "colica renale in paziente gravida". Per quello viene curata. Ma quando la partoriente giunge all'ospedale Annunziata, i sanitari si rendono conto che il quadro clinico della paziente è grave e che affetta invece da preeclamsia, nota anche come gestosi, patologia caratterizzata principalmente da grave ipertensione arteriosa, una condizione che mette a rischio la salute della partoriente e del nascituro.

 

Tanto grave è la situazione che quando giunge all'ospedale bruzio, il dottore Morelli, impegnato in un'altra operazione, decide di operare tempestivamente M.F.. Salva per miracolo, dicono i medici, la donna si trova ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell'Annunziata, mentre il piccolo, nato prematuro di 6 settimane, lotta con tutte le forze per rimanere aggrappato alla vita.

 

LEGGI ANCHE:

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: