Gruppo elettrogeno fuori uso, ospedale di Paola nel caos

Attività chirurgiche sospese e pazienti in emergenza trasferiti a Cetraro. Il sindaco Perrotta ha sporto denuncia

di Francesca  Lagatta
16 agosto 2019
15:40
290 condivisioni
L’ospedale San Francesco di Paola
L’ospedale San Francesco di Paola

Emergenze trasferite al vicino ospedale Iannelli di Cetraro e operazioni chirurgiche sospese fino a nuovo ordine. Per la sanità calabrese nemmeno il giorno di Ferragosto i guai vanno in ferie e sulla costa tirrenica cosentina nasce un nuovo caso destinato a generare polemiche. Nella giornata di ieri all'ospedale San Francesco di Paola si sarebbe verificato un guasto alla cabina elettrica e al gruppo elettrogeno, costringendo i medici a sospendere ogni attività chirurgica e trasferire i pazienti in emergenza al nosocomio più vicino. Dal canto suo, lo ricordiamo, l'ospedale Iannelli ha sospeso le attività chirurgiche in regime di emergenza e urgenza già nello scorso maggio a causa di una grave carenza di personale sanitario. E questo sembrerebbe non essere l'aspetto più grave.

Nessuna richiesta di ripristino

Dietro alla vicenda, come al solito, si nasconderebbero degli aspetti oscuri, che hanno spinto l'amministrazione comunale della città di Paola, guidata da Roberto Perrotta, a sporgere querela. «A distanza di 24 ore - ha dichiarato pubblicamente il presidente del Consiglio paolano, Graziano Di Natale - ancora nessuno ha provveduto a risolvere il guasto». Non esisterebbe nemmeno una richiesta a riguardo. Pertanto, precisa Di Natale «con il sindaco di Paola abbiamo avvisato la Protezione civile, la Prefettura e i Carabinieri, dando mandato ad un legale di denunciare alla Procura della Repubblica, per eventuali inadempienze, quanto accaduto». Il compito è stato affidato all'avvocato Gino Perrotta.

La visita in ospedale

Perrotta e Di Natale (quest'ultimo è anche consigliere provinciale), già nella giornata di ieri si erano precipitati in ospedale per avere contezza di ciò che stava accadendo e tuttora rimangono vigili. «Non ci muoviamo da qui - ha detto ancora Di Natale - fin quando non avremo rassicurazioni che il problema sarà risolto». Ed in ultimo: «Ora però indigniamoci tutti».

Forse a breve la soluzione

Le criticità potrebbero però essere risolte oggi stesso. Pochi minuti fa, lo stesso Di Natale, ha dichiarato che il nuovo gruppo elettrogeno sarebbe «in partenza dalla Basilicata» e che «tra qualche ora sarà in arrivo all’ospedale di Paola», senza perdere il tono polemico: «Una mezza giornata trascorsa tra telefonate e denunce ma poi, guarda caso, tutto si è risolto».

Lo stesso danno a novembre scorso

Lo stesso, identico problema, si era presentato meno di 9 mesi fa, quando la ditta incaricata per i lavori di messa in sicurezza della collinetta su cui sorge l'ospedale, devastata dallo smottamento del terreno, ha tranciato un filo dell'alta tensione che alimentava la cabina elettrica del nosocomio. Allora il gruppo elettrogeno si compromise irreparabilmente e, prima che fosse sostituito, le attività chirurgiche previste furono dirottate, a seconda della gravità dei casi, negli ospedali di CetraroCosenza o Rossano.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio