Centro di Neurogenetica a rischio chiusura: appello al presidente Mattarella

La scienziata Amalia Bruni scrive una lettera al capo dello Stato e al ministro della Salute Speranza in merito al futuro della struttura lametina: «I nostri sforzi rischiano di rimanere lettera morta»

di Redazione
8 gennaio 2020
18:05
91 condivisioni
La scienziata Amalia Bruni
La scienziata Amalia Bruni

La scienziata Amalia Bruni, direttore del Centro regionale di neurogenetica dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, ha scritto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Ministro della Salute Roberto Speranza per sollecitare la loro attenzione sul futuro della struttura di ricerca, che ha sede nell'ospedale di Lamezia Terme e che rischia la chiusura per mancanza di finanziamenti.

L’appello a Mattarella

La dottoressa Bruni, incontrando Nicola Zingaretti che ha visitato il Centro, ha consegnato al segretario del Pd la missiva in cui parla «di richiesta di aiuto estremo che è come il razzo di sos che lanciano le imbarcazioni che si stanno inabissando, loro malgrado».

 

Bruni ha chiesto a Zingaretti, che ha avuto modo di visitare il padiglione che ospita il centro, di consegnare la lettera al presidente Mattarella, sottolineando la «necessità di un intervento a favore della salvaguardia della struttura che ospita un gruppo di ricerca impegnato, dal 1995, nella conoscenza e la cura della malattia Alzheimer ereditaria».

Un centro d’eccellenza che rischia di scomparire

«Le soluzioni - ha aggiunto Amalia Bruni - esistono, sempre che ci sia la volontà di identificarle e perseguirle». La responsabile della struttura si è soffermata, in particolare, sulle sorti del Laboratorio di biologia molecolare «che ha ottenuto risultati che appartengono al mondo. Uno sforzo che rischia di rimanere lettera morta».  

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio