Cotticelli e Schael ancora senza uffici. Alla Cittadella non c'è spazio per loro

Dopo circa un mese dal loro arrivo in Calabria il commissario della Sanità e il suo vice lavorano nelle stanze del dirigente Belcastro. Sembra ripetersi quanto avvenuto con Scura, anche se Pacenza minimizza: «Stiamo solo cercando la migliore soluzione per loro»

di Riccardo Tripepi
venerdì 25 gennaio 2019
19:08
262 condivisioni
Cotticelli e Schael
Cotticelli e Schael

La storia si ripete. Dopo circa un mese dal loro arrivo in Calabria, il commissario della Sanità calabrese Saverio Cotticelli e il suo vice Thomas Schael sono ancora in  attesa di avere un loro ufficio.

Al momento i due stanno lavorando nelle stanze del dirigente generale del Dipartimento regionale della Salute Antonio Belcastro.


Una situazione che ricorda molto da vicino quanto avvenne all’epoca dell’insediamento di Massimo Scura, il precedente commissario, che dovette penare, e non poco, prima di essere collocato a palazzo Alemanni, non essendo stato trovato posto per lui alla Cittadella.


Un modo anche fisico, si disse allora, per dimostrare il disappunto del governatore Mario Oliverio per la nomina indigesta arrivata proprio dal suo partito. Anzi, a dirla tutta, è stato proprio il governo guidato da Matteo Renzi a modificare la norma e statuire l’incompatibilità tra la carica di presidente della giunta e quello di commissario della sanità.


Fu l’inizio di un lunghissimo scontro istituzionale, spesso arrivato anche nelle aule dei Tribunali, e che non è servito ad altro che a peggiorare i conti della sanità, abbassare ulteriormente la qualità dei servizi, far aumentare la migrazione sanitaria e rendere il commissariamento perfettamente inutile. Con responsabilità che Scura e Oliverio possono equamente dividersi, considerando anche gli scadenti risultati prodotti su tutto il territorio dai dirigenti nominati dal governatore.

Stavolta, tuttavia, il clima sembra essere leggermente migliore. I commissari hanno trovato la piena disponibilità del dirigente e continuano a sperare in un clima di collaborazione che possa segnare discontinuità con il recente passato.

Anche il delegato alla Sanità per la giunta Franco Pacenza minimizza quanto sta avvenendo alla Cittadella. «Non c’è nessuno scontro e nessun ostacolo al lavoro dei commissari – precisa – stiamo cercando soltanto la sistemazione migliore per loro». A quanto pare, infatti, nel gigantesco palazzo della Regione non ci sarebbe più spazio per uno spillo. «Gli spazi non ci sono – dice ancora Pacenza – e anche con il personale del dipartimento siamo in difficoltà, anche a causa di alcuni pensionamenti che sono avvenuti lo scorso 31 dicembre. Faremo di tutto comunque per garantire ai Commissari la sistemazione migliore».

Insomma non è dato sapere se il desiderio espresso da Cotticelli di voler rimanere all’interno della Cittadella potrà essere esaudito. La speranza è che non si stia nuovamente avviando uno scontro tra il governo regionale e l’Ufficio del Commissario che rappresenterebbe davvero una iattura per la Regione che già sta facendo i conti con le mille difficoltà di un governo regionale in crisi e mai tanto debole dopo l’inchiesta giudiziaria che ancora costringe Oliverio all’obbligo di dimora a San Giovanni in Fiore.

Riccardo Tripepi

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Riccardo Tripepi
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: