Provinciali a Cosenza, voto irregolare? Il Tar decide l'11 luglio

La sentenza dei giudici arriverà dopo le amministrative di fine maggio. Se decidessero per la ripetizione, alle urne sarà chiamato un corpo elettorale profondamente differente rispetto a quello che si è espresso il 24 febbraio scorso

di Salvatore Bruno
2 aprile 2019
19:38
18 condivisioni
Un’urna elettorale
Un’urna elettorale

Il Tar Calabria deciderà l’11 luglio prossimo in merito al ricorso presentato da Marco Ambrogio per chiedere l’annullamento delle elezioni provinciali del 24 febbraio scorso viziato, secondo il componente dell’assise di Palazzo dei Bruzi, candidato non eletto nella lista Insieme per la Provincia, dall’ammissione al voto di Carmelino Caputo, nonostante questi fosse decaduto quattro giorni prima, il 20 febbraio, dalla carica di consigliere comunale di Paterno Calabro. Ambrogio, inoltre, contesta la mancata attribuzione di alcune schede in cui il suo nome è stato scritto per errore sotto il simbolo di un’altra compagine, Provincia Democratica. Per Ambrogio quelle preferenze andavano invece assegnate perché espressione di una chiara volontà da parte dell’elettore.

I possibili scenari

Il provvedimento della giustizia amministrativa arriverà dopo le elezioni comunali di fine maggio. Per cui, nel caso in cui i magistrati dovessero decidere di far ripetere le votazioni, il corpo elettorale chiamato alle urne sarebbe profondamente differente rispetto a quello in carica lo scorso 24 febbraio. Ma ci sono altri possibili scenari. Nella lista Insieme per la Provincia Ambrogio è preceduto, tra gli altri, da Sergio Salvati, consigliere comunale di Cariati, e da Andrea Cuzzocrea, consigliere comunale di Rende. Entrambi sono a rischio di decadenza. Salvati per l’inchiesta giudiziaria denominata Platone che ha investito l’amministrazione jonica, Cuzzocrea perché per conservare il posto deve essere riconfermato nel civico consesso del Campagnano. Non è escluso quindi che Ambrogio possa entrare ugualmente in Consiglio Provinciale prima dell’udienza dell’11 luglio. In questo caso verrebbe meno l’oggetto del contendere e non sarebbenecessario arrivare in fondo al procedimento giudiziario.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio