Provinciali a Catanzaro, Cuda agita lo spettro delle espulsioni

Il segretario provinciale del Partito Democratico lancia un appello all'unità e alla responsabilità in vista dell'appuntamento elettorale del 31 ottobre

di Luana  Costa
martedì 16 ottobre 2018
16:23
2 condivisioni

L’appello che voglio lanciare come segretario provinciale del Pd, è rivolto a tutti i consiglieri e sindaci degli ottanta comuni della provincia ancora indecisi o confusi”. È una chiamata alle armi ma soprattutto un ultimo tentativo di composizione delle fratture interne quella racchiusa in una nota diramata dal segretario provinciale del Partito Democratico catanzarese, Gianluca Cuda, in vista delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale in programma il 31 ottobre. Dopo la scissione interna prodotta con la formazione della lista Riformisti e Moderati e la ferma volontà espressa dal consigliere regionale e comunale, Vincenzo Ciconte, di non sostenere il candidato del Pd alla presidenza, il sindaco di Soverato Ernesto Alecci, Cuda tenta la strada della coesione per evitare, non una sconfitta già preannunciata, ma una completa disfatta politica.  

 

Il mio è un appello all’unità e alla responsabilità di ognuno – scrive il segretario - in cui si confida nella saggezza di tutti gli amministratori locali, che il 31 di ottobre saranno chiamati al voto, perché si arrivi ad un risultato positivo per tutte le forze civiche democratiche e progressiste per il bene dei nostri territori e delle nostre comunità. Saranno, infine, gli organismi dirigenti ad assumere le determinazioni in merito alle posizioni prese da alcuni dirigenti e amministratori che in questa tornata elettorale si sono posti in maniera distinta e distante dal nostro partito”. Insomma, i provvedimenti tanto annunciati restano dietro l’angolo. L’arma delle espulsioni resta carica e per ora è puntata contro i due consiglieri regionali promotori della lista Riformisti e Moderati: Vincenzo Ciconte e Antonio Scalzo. Ma soprattutto contro l’unico consigliere comunale eletto in quota Pd, Lorenzo Costa, candidato nella lista scissionista.

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: