La Santelli convoca FI senza Aiello: “Tatticismi” per l’ex Senatore, Abramo e Siclari disertano

Alla riunione convocata a Lamezia hanno risposto solo gli uomini e le donne più vicini alla coordinatrice. Vuote anche le sedie del sindaco di Catanzaro e del senatore forzista di Reggio Calabria, nei giorni scorsi i due, tra l'altro, non avevano lesinato critiche sulla gestione del partito

di Riccardo Tripepi
lunedì 1 ottobre 2018
15:36
11 condivisioni
Forza Italia, Aiello e Santelli
Forza Italia, Aiello e Santelli

Jole Santelli chiama a raccolta i suoi a Lamezia. Per una sorta di coordinamento regionale allargato del partito convocato senza formalità e con nessun punto all’ordine del giorno. Con il risultato che hanno risposto presente gli uomini e le donne più vicini alla coordinatrice, mentre i rappresentanti dei dissidenti non si sono visti. Ma a parte le assenze del gruppo vicino a Tonino Gentile, sono balzate agli occhi le sedie vuote che erano state riservate al sindaco di Catanzaro Sergio Abramo e al senatore Marco Siclari. Proprio i due che più hanno avanzato critiche sulla gestione del partito nelle ultime settimane. Piero Aiello, in merito al suo mancato invito ha commentato: "tatticismi maldestri che lasciano il tempo che trovano".

 

La riunione è andata via senza intoppi per un paio di ore. Anche a causa delle assenze, verosimilmente, sono stati tenuti fuori dal dibattito i temi più caldi del momento, né si è fatto cenno alle ipotesi di candidatura alla carica di governatore in vista delle prossime regionali. La Santelli ha lanciato il suo appello alla massima unità del partito, richiamando tutti al senso di responsabilità alla vigilia di appuntamenti fondamentali. Dalle elezioni europee fino alle elezioni regionali del prossimo anno. Anche perché il futuro per gli azzurri non sembra essere particolarmente roseo, stando agli ultimi sondaggi e alle ultime mosse degli alleati della coalizione con la quale sono state affrontate le ultime elezioni politiche dello scorso 4 marzo. La Lega di Matteo Salvini viaggia con il vento in poppa, mentre Fratelli d’Italia con le ultime novità emerse dall’ultima festa nazionale di Atreju rischia di scompaginare ancora di più le carte. Giorgia Meloni vuole mandare in soffitta il soggetto politico per costruire una “grande casa dei conservatori”.

 

La pasionaria si è espressa così dal palco: «Mettiamo insieme Conservatori e Sovranisti, partendo da Fratelli d'Italia, apriamo le nostre liste, rigeneriamo e ripensiamo e non riassembliamo il centrodestra». Per l’approvazione di big del calibro dei governatori Giovanni Toti e Nello Musumeci. Una sorta di canto delle sirene che potrebbe ancora di più svuotare Forza Italia e rendere marginale il partito all’interno della coalizione. Del resto in Calabria la migrazione è già stata piuttosto cospicua: solo in questa legislatura sono passati da Forza Italia e Fratelli d’Italia ben tre consiglieri regionali: Alessandro Nicolò, Fausto Orsomarso e Wanda Ferro. Se a ciò si aggiunge che il segretario nazionale del Movimento per la Sovranità Gianni Alemanno, in visita in Calabria durante gli scorsi giorni, ha annunciato di avere intenzione di proporre un proprio candidato a governatore, si completa un quadro che non lascia per nulla serena l’attuale leadership del partito.

 

Riccardo Tripepi

 

 

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Riccardo Tripepi
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: