Periferie degradate a Catanzaro, Granato (M5s): «Vigileremo sui fondi»

La senatrice ammonisce il Comune per il forte ritardo sulla progettazione degli interventi da realizzare nei quartieri Corvo, Pistoia, Aranceto, Fortuna

di L. C.
lunedì 16 luglio 2018
19:05
21 condivisioni

«A fronte delle forti preoccupazioni già espresse dalla stampa, registro la dichiarazione dell'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Catanzaro, Franco Longo, secondo il quale non c’è affatto il rischio di perdere il finanziamento di 34 milioni complessivi per le aree degradate della città, in quanto, ha precisato, sono stati incaricati i progettisti degli interventi di riqualificazione e le procedure risultano in linea con i tempi previsti dal bando».

 

Lo afferma, in una nota, la senatrice Bianca Laura Granato, segretaria della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali, che aggiunge: «A questo punto non resta che verificare se sarà rispettata la tempistica prospettata da Longo, secondo il quale entro la fine di luglio i progetti riguardanti i quartieri Corvo, Aranceto, Pistoia e Fortuna verranno passati al settore Gestione del territorio per gli adempimenti conseguenti e il successivo invio degli elaborati al Ministero entro i primi giorni di agosto, cioè in anticipo rispetto alla scadenza del bando, fissata per il 9 agosto».

«Longo – commenta la senatrice – ha preso un impegno preciso per conto del Comune, che mi auguro si attui in concreto nella presentazione per tempo dei progetti. I quartieri catanzaresi Corvo, Aranceto, Pistoia e Fortuna hanno bisogno di essere recuperati al meglio». «Per questo – conclude Granato – ci sono risorse dello Stato che non possono sfuggire per leggerezze politiche e burocratiche. Qualora vi fossero ritardi da esclusione, la responsabilità cadrebbe su Longo e in primo luogo sul sindaco Abramo, che ora è avvertito».

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: