Manna solidale con Lucano: «Riace avamposto di pace»

Il sindaco di Rende auspica immediata chiarezza sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto il primo cittadino della città dell'accoglienza

di Salvatore Bruno
martedì 2 ottobre 2018
19:35
165 condivisioni

«Si faccia chiarezza al più presto sulla vicenda giudiziaria a carico del sindaco Mimmo Lucano: Riace è avamposto di pace ed esempio di democrazia, solidarietà ed uguaglianza». Così il sindaco di Rende, Marcello Manna, commenta la notizia dell’arresto del primo cittadino del comune reggino. «La salvaguardia dei diritti e della pari dignità tra esseri umani va preservata senza se e senza ma: Lucano ha dimostrato in questi anni come un approccio politico differente all’immigrazione, possa aver arricchito in termini economici, sociali e culturali un intera comunità. Oggi più che mai – aggiunge Manna - il razzismo è divenuto linguaggio comune, terreno fertile per ogni atto discriminatorio nei confronti dell’altro. È segnale allarmante che venga lesa la libertà individuale e di primo cittadino».

Pasqua: «Lucano esempio di determinazione»

Analoga dichiarazione ha reso l’assessora alle politiche di inclusione e immigrazione Marina Pasqua: «La deriva antigarantista deve essere arginata al più presto in una regione come la nostra martoriata dalla ‘ndrangheta, dai tassi più alti di disoccupazione, dall’emarginazione sociale e culturale. Mimmo Lucano - ha detto ancora - è esempio per tutti di competenza e determinazione che ha fatto della sua città modello esportabile di politiche volte all’accoglienza e alla reale interazione tra popoli».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: