Europee, la Lega si prende anche Riace. Nel regno di Lucano Salvini straccia tutti

Il risultato della città dell'accoglienza diventa simbolo della fase che il Paese sta attraversando e mette in discussione la linea di una sinistra che, a corto di programmi e idee, continua ad avere bisogno di nemici (Salvini) ed eroi (Lucano). Un impianto logoro che evidentemente non regge più

di Ric. Trip.
27 maggio 2019
10:33
1924 condivisioni
Mimmo Lucano e Matteo Salvini
Mimmo Lucano e Matteo Salvini

La vittoria della Lega è totale. Se al Nord le percentuali del partito di Matteo Salvini arrivano al 40%, al Sud l’avere sfondato il 20% vuol dire aver ormai radicato il partito sul territorio. Dal 6% delle politiche di un anno fa al 22% di oggi, dopo la prova del governo, vuol dire un aumento esponenziale e imprevedibile che fa saltare il bando degli abituali equilibri.

Ma Salvini vince anche personalmente diventando con 42.689 voti il primo degli eletti nella nostra Regione e travolge un certo modo di fare politica e anche i suoi simboli.

Fa pensare, e molto, il risultato della Lega a Riace, il Comune balzato agli onori della cronaca per le vicende che hanno riguardato il suo sindaco Mimmo Lucano, eletto simbolo della sinistra per la politica dell’accoglienza anche e soprattutto nella lotta contro il ministro dell’Interno. Una disputa finita in tribunale e che ha portato le forze della sinistra a fare del modello Riace un totem per provare a rovesciare l’avversario.

 

Bene, il risultato delle europee è impietoso: Lega primo partito anche a Riace con il 30,75% e Matteo Salvini primo dei votati con 67 voti.

Ma i cittadini di Riace non stavano con il sindaco Lucano? Il risultato potrebbe essere uno dei più simbolici di quelli registrati in tutto il Paese. E mette fortemente in discussione la linea politica di una sinistra che, evidentemente a corto di contenuti, programmi e idee e lontana mille miglia dal suo popolo, continua ad avere bisogno di nemici (Salvini) e di eroi (Lucano). Un impianto che non regge più.

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ric. Trip.
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio