Salvini appeso per i piedi a testa in giù, la locandina fa infuriare la Lega

Il consigliere comunale di Cosenza Granata condanna l'immagine: «Messaggi di odio e violenza». Preannunciata un'azione legale

di Salvatore Bruno
lunedì 11 marzo 2019
19:47
78 condivisioni
La locandina contro Salvini
La locandina contro Salvini

Dopo il manifesto carnascialesco di Leo Battaglia e quello sulla donna della sezione di Crotone, che hanno visto finire la Lega nell’occhio del ciclone, adesso tocca ai salviniani lamentare il distorto utilizzo della figura del Ministro degli Interni, inserito in una locandina allestita dal Centro Sociale Rialzo e da Auditorium Popolare di Cosenza, per promuovere una serata di musica tekno. Il vicepresidente del Consiglio compare in una caricatura, appeso per i piedi a testa in giù.

La protesta di Granata

L’immagine ha mandato su tutte le furie il consigliere comunale leghista di Palazzo dei Bruzi Vincenzo Granata il quale, in una nota, stigmatizza l’iniziativa, esprimendo «una ferma condanna per la violenza del manifesto. Ritengo che tutte le forze politiche della città – aggiunge - devono essere unite contro questi messaggi di odio e di violenza. Nessuno riuscirà a fermare il cambiamento del nostro territorio che stiamo già attuando con le pratiche di buon governo. Nei prossimi giorni sarà presentato un esposto alle autorità competenti per adottare i relativi provvedimenti consequenziali. Se qualcuno pensa di intimorire la Lega si sbaglia di grosso, perché la sua classe dirigente è determinata ad andare avanti senza alcun timore».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: