Bruno Bossio tra i parlamentari che hanno impedito l’arresto di Sozzani (Fi)

Il voto alla Camera sull’autorizzazione a procedere si riverbera anche in Calabria. Dietro la decisione dei franchi tiratori e di chi ha apertamente dichiarato le sue intenzioni si intravedono già i contraccolpi dell'addio di Renzi

di Ric. Trip.
19 settembre 2019
13:59
177 condivisioni
Enza Bruno Bossio
Enza Bruno Bossio

La maggioranza che sostiene il governo Conte va sotto per la prima volta a causa dei franchi tiratori che da Pd e Italia Viva non hanno seguito le indicazioni dei gruppi di riferimento.

Pomo della discordia: il voto sull’autorizzazione all'applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del deputato di Forza Italia Diego Sozzani. I voti a favore sono stati 235, 309 i contrari, un astenuto. Sozzani era stato indagato nell'ambito di un’inchiesta della Dda milanese con l'accusa di illecito finanziamento dei partiti e corruzione. 

Un esito finale che ha fatto letteralmente imbufalire sia Giuseppe Conte che Luigi Di Maio e, più in generale, tutto il Movimento Cinque Stelle che sta addirittura richiedendo l’abolizione del voto segreto.

Il primo sgarbo di Matteo Renzi al suo ex partito e degli oppositori interni a Nicola Zingaretti insomma è stato servito con annessi corollari. Il primo: il gruppi di Renzi saranno fondamentali per i futuri equilibri di governo. Due: i numeri a palazzo Madama sono risicati e la caccia ai “responsabili”, quelli di Fi in particolare, è già partita.

Il giallo del voto si è poi tinto anche di calabrese. Nella riunione del gruppo Pd che ha preceduto la chiama in Senato, Enza Bruno Bossio avrebbe mosso critiche alla posizione assunta dal partito e deciso di votare contro il provvedimento, così come è stato riportato anche dai principali quotidiani nazionali di informazione.

La presa di posizione, ovviamente, si carica di significato: non solo la presa di posizione contro il partito che sta scaricando il fido alleato Mario Oliverio, ma anche quella contro il “giustizialismo” che starebbe facendo a pezzi il Pd calabrese, almeno nell’interpretazione del governatore e dei suoi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ric. Trip.
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio