Catanzaro, autosospensione dal Pd di Ciconte: piovono critiche

VIDEO | Il segretario provinciale del Partito Democratico, Gianluca Cuda, avrebbe preferito una discussione interna prima dello strappo avvenuto al Consiglio regionale. Richiesta di chiarimenti anche da Sergio Costanzo

di Luana  Costa
3 agosto 2018
12:44
5 condivisioni
Gianluca Cuda e Sergio Costanzo
Gianluca Cuda e Sergio Costanzo

«Avrebbe dovuto discuterne all'interno del partito». Così il segretario provinciale del Partito Democratico catanzarese, Gianluca Cuda, ha commentato la scelta del consigliere regionale e comunale, Vincenzo Ciconte, di autosospendersi dal gruppo di Palazzo Campanella. Fatto salva l'autonomia all'interno del Consiglio regionale, ha poi ribadito il segretario, gli appartenenti al Pd sono chiamati a sostenere gli eletti.

 

Critico anche il consigliere comunale e capogruppo di Fare per Catanzaro, Sergio Costanzo, che con la sua lista aveva sostenuto Vincenzo Ciconte nella corsa alle comunali ma che ha chiesto conto della mancata sospensione anche in seno al Consiglio comunale dove Ciconte siede tra i banchi della minoranza in quota Pd.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista

Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio