Omicidio Sacchi, chiesa gremita per Luca: «La sua morte sia motivo di vita»

Ad attenderlo un profondo silenzio rotto dal rombo delle moto degli amici che hanno voluto rendergli omaggio sfrecciando davanti al sagrato della chiesa. Assente la fidanzata Anastasia

di Redazione
6 novembre 2019
18:24
5 condivisioni
Funerali di Luca Sacchi (foto Ansa Claudio Peri)
Funerali di Luca Sacchi (foto Ansa Claudio Peri)

Si sono svolti a Roma i funerali di Luca Sacchi, il 24enne ucciso con un colpo di pistola alla testa lo scorso 23 ottobre. Gremita la chiesa del Santissimo nome di Maria, nella zona in cui abitava il giovane. Assente alla funzione la fidanzata, Anastasia, che era con lui la notte dell'omicidio. Ad attendere Luca un profondo silenzio rotto solamente dal rombo delle moto degli amici che hanno voluto rendere omaggio al giovane, appassionato di motori, sfrecciando davanti al sagrato della chiesa.

Un lungo applauso ha accompagnato l'uscita del feretro al termine dei funerali. La madre, tra le lacrime, ha abbracciato a lungo la bara con sopra una grande corona di rose bianche e la fascia «mamma, papà e Federico».

«Non ci sono parole per colmare il vuoto di una persona cara che ci lascia soprattutto per i genitori. Solo il silenzio», ha detto il sacerdote nell'omelia. «La morte di Luca ci ha colpito, in un certo senso ci ha fatto morire - ha sottolineato - Nel mondo in cui viviamo a volte ci sentiamo scoraggiati. Facciamo che la morte di Luca sia per tutti noi motivo di vita».

 

LEGGI ANCHE: Omicidio Luca Sacchi, l’ombra della ‘ndrangheta dietro il delitto?

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio