Naufragio a Lampedusa, è strage: recuperati 13 corpi. Tra i dispersi anche 8 bambini

Sarebbero più di quindici i migranti che mancano all'appello. Delle vittime accertate solo quattro sono state identificate dai familiari. Morto anche il presunto scafista 

di Redazione
8 ottobre 2019
11:06
27 condivisioni

Sono riprese a Lampedusa le ricerche dei dispersi del naufragio avvenuto nella notte tra domenica e lunedì a 6 miglia dalle coste dell'isola costato la vita a 13 donne. Al momento è in volo un elicottero della Guardia Costiera, mentre le motovedette sono ancora in porto in attesa che le condizioni del mare migliorino. Stando al racconto dei superstiti, sarebbero più di 15 le persone che mancano all'appello, tra cui 8 bambini. Mentre sono 22 i sopravvissuti.

Delle tredici vittime accertate solo quattro sono state identificate dai familiari. Tra quelli riconosciuti c'è il corpo della ragazzina di 12 anni, la più piccola delle vittime recuperate. Viaggiava con la mamma, una cugina e la zia che l'ha identificata.

Lo scafista sarebbe morto

C'erano una cinquantina di persone a bordo del barchino che è naufragato, in maggioranza tunisini e subsahariani. Donne e uomini fatti partire senza salvagente dai trafficanti nonostante le condizioni meteo fossero proibitive. Secondo alcune testimonianze lo scafista, un tunisino, sarebbe morto nella tragedia.

Nel frattempo, negli uffici della Capitaneria di porto, gli uomini della squadra mobile coordinati dal procuratore di Agrigento Salvatore Vella hanno ripreso gli interrogatori dei superstiti per cercare di ricostruire il viaggio.  

 

 

 

 

 

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio