Mogli uccise e date in pasto ai maiali, spuntano nuovi frammenti umani

La scoperta, nelle campagne del Vicentino, è stata fatta da una squadra di archeologi forensi nell’ex allevamento dell’imprenditore agricolo Valerio Sperotto deceduto nel 2011

di Redazione
16 ottobre 2019
16:42
85 condivisioni

Trovati nuovi frammenti di corpo umano durante gli scavi da una squadra di archeologi forensi nell’ex allevamento di maiali di Valerio Sperotto a Velo d’Astico. Qui, tempo fa - come riporta il Giornale di Vicenza - era stata rinvenuta un’unghia a Virginia Mihai, una delle due mogli scomparse dell'ex allevatore Valerio Sperotto, deceduto nel 2011 all’età di 64 anni.

Oltre le due mogli una terza donna

Potrebbero essere non due ma tre le donne uccise e date in pasto ai  maiali nel proprio allevamento per mano di Sperotto. Oltre alle due mogli scomparse nel nulla, ufficialmente fuggite dal marito con destinazione ignota, Elena Ivette Zecchinato sparita nel gennaio 1988 e Virginia Mihai, scomparsa nell’aprile del 1999 è emersa una terza donna scomparsa, presunta fidanzata. Nell’avviata indagine è emerso che tra il primo e il secondo matrimonio Valerio Sperotto avrebbe conosciuto e frequentato una ragazza straniera di un Paese dell’Est Europa, i testimoni nel merito non mancano. La ragazza, appunto, da anni scomparsa nel nulla. Un sospetto terribile che se fosse corroborato porterebbe ad un “serial killer delle mogli”.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio