Rogo nella sede della polizia locale a Mirandola, morte due donne

L'incendio è di origine dolosa. Fermato un giovane straniero. Il ministro Salvini commenta: «Altro che aprire i porti»

martedì 21 maggio 2019
11:14
30 condivisioni

Due le persone, un’anziana e la sua badante, hanno perso la vita nel rogo che si è sviluppato nella notte in uno stabile che ospita anche gli uffici della Polizia municipale, a Mirandola nel Modenese.
Il bilancio riferisce anche di 16 intossicati, di cui 2 sono gravi. Da quanto si è appreso, l’incendio ha provocato un'esplosione che ha coinvolto un appartamento adiacente, al primo piano, dove si trovavano le due donne. Si tratterebbe di un incendio di origine dolosa. A confermarlo sarebbero proprio i primi accertamenti sul posto.

Fermato un nordafricano

Un giovane nordafricano, è stato beccato con accendino e un berretto della polizia municipale che avrebbe rubato nella sede stessa. Il ragazzo avrebbe forzato l'ingresso della struttura e appiccato le fiamme. Non è certa la motivazione alla base del gesto, ma si pensa ad una probabile vendetta per un provvedimento della stessa municipale nei suoi confronti.

Il post di Salvini

Puntuale è arrivato il commento del ministro dell'Interno Matteo Salvini che su Facebook: «Una preghiera e un abbraccio alle famiglie delle vittime. Altro che aprire i porti, come vuole la sinistra, io lavoro per fermare e mandare tutti a casa questi delinquenti. E se minorenne non mi interessa, deve pagare fino in fondo per la sua bestialità. Azzerare l'immigrazione clandestina, in Italia e in Europa, è un dovere morale: a casa tutti, con la Lega si può».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: